Decoder TV gratis da Poste Italiane: c’è tempo fino al 2 maggio

Importante iniziativa di Poste Italiane per consentire ai pensionati che non hanno ancora un decoder tv adatto al nuovo Digitale terrestre di entrarne in possesso. Cosa fare per averlo

Decoder Tv Poste Italiane
Decoder Tv Poste Italiane (Foto Twitter)

Lo scorso 8 marzo è stato completato il secondo step per il passaggio al nuovo segnale del Digitale Terrestre, il cosiddetto DVB T2. Il percorso, iniziato il 21 ottobre 2021 prevede tre fasi distinte che avranno il loro compimento, lo switch off definitivo, nel gennaio del 2023.

Da quel momento in poi il segnale televisivo sarà visibile solo ed esclusivamente in modalità MPEG-4; un fattore che obbliga i consumatori ad adeguare la propria attrezzatura televisiva.

Due le possibilità pratiche, cambiare il televisore acquistando uno smart tv di ultima generazione o, in alternativa, dotare il televisore in possesso con un Decoder adatto alla tecnologia DVB T2.

Tutti fattori che, comunque, prevedono una spesa importante. Una spesa che non tutti i cittadini consumatori hanno la voglia e la possibilità di effettuare. Per questo motivo il Governo presieduto da Mario Draghi negli scorsi mesi ha messo in atto una serie di azioni di welfare per venire incontro a questa fasce di cittadini.

La prima è stato il cosiddetto Bonus televisore, un bonus di 500 euro per acquistare un apparecchio di nuova generazione. Il secondo è stato quello di agire sui prezzi dei decodor, sui quali, noi della redazione di Bonifico Bancario, abbiamo fatto una piccola ricerca di mercato per individuare quelli con maggior rapporto qualità prezzo.

Decoder TV, il progetto di Poste Italiane

Decoder DVBTV2
Decoder DVBTV2 (Foto Twitter)

L’ultimo in ordine di tempo è stato quello di spingere Poste Italiane ad una azione davvero clamorosa, quella di consegnare, in via totalmente gratuita, un vasto numero di decoder, fino ad esaurimento scorte, per i pensionati che rispondono a determinati requisiti. Ecco quali

L’azione, prevista dalla Legge di Bilancio 2022, prevede la possibilità di ricevere gratis a casa un decoder con tecnologia DVB T2 utile alla risintonizzazione dei canali. Per averlo è necessario, entro e non oltre il 2 maggio 2022, entrare in contatto con Poste Italiane, recandosi presso un ufficio postale o chiamando il numero verde dedicato 800 776 883. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 18:00 escluso il 25 aprile.

Presso Poste Italiane si può fare domanda, la prenotazione in realtà, del decoder. La domanda può essere completata, senza dover far ricorso allo SPID, è sufficiente inserire il codice fiscale. Il motivo è legato al fatto che il decoder è rivolto alle persona anziane molte delle quali ancora prive dello strumento che certifica l’Identità Digitale del cittadino.

I requisiti fondamentale per avere il Decoder di Poste Italiane è essere pensionati, avere un ISEE, l’Indice della Situazione Economica Equivalente inferiore ai 20.000 euro ed ovviamente essere titolari di un abbonamento al servizio nazionale di radiodiffusione, il nuovo nome del vecchio abbonamento RAI.

La domanda, come detto, avrà funzione di prenotazione. Saranno poi Poste Italiane, incrociando i dati con il MISE, Ministero dello Sviluppo Economico ed INPS, Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale a verificare la sussistenza della condizioni e ad organizzare la consegna.