Occhio alla mozzarella: lotti ritirati dal mercato, cosa si rischia

Mozzarella Selex ritirata dal mercato per un errore nel confezionamento. Vediamo cosa è successo

mozzarella selex ritiro mercato
(foto Instagram)

Anche la mozzarella nel mirino del Ministero della Salute. Dopo la salmonella riscontrata in alcuni lotti della Kinder Ferrero provenienti dallo stabilimento belga, un altro caso di ritiro di prodotti dal mercato. Questa volta il problema ha riguardato uno specifico prodotto della Selex. La società italiana che opera nell’ambito della grande distribuzione organizzata dalla fine degli anni settanta, è arrivata ad essere il secondo attore della distribuzione moderna nazionale ampliando il Gruppo Selex con 18 imprese tra insegne nazionali ed una pluralità di radicate nelle regioni italiane.

L’allarme lanciato dal Ministero della Salute attraverso la segnalazione sul proprio sito internet e in Gazzetta Ufficiale, si riferisce al ritiro dal mercato della grande distribuzione di un singolo prodotto del Gruppo Selex. Si tratta della Mozzarella Vivibene Selex Bocconcini senza lattosio. La dicitura senza lattosio indica che la tipologia di mozzarella confezionata è priva del componente allergene. Il prodotto è quindi rivolto a quelle persone che risultano intolleranti all’allergene del lattosio.

Mozzarella ritirata dal mercato della grande distribuzione: i lotti interessati

mozzarella selex ritiro mercato
(foto Instagram)

La motivazione fornita dal Ministero all’interno del suo richiamo indica come motivazione che il prodotto in questione non sia idoneo al consumo da parte di persone allergiche al latte. L’azienda Selex ha infatti dichiarato che all’interno delle confezioni recanti la dicitura specifica “senza lattosio” siano state inserite per errore delle mozzarelle contenenti il lattosio. All’interno del prodotto dunque si è evidenziata la presenza di un allergene non segnalato.

Da qui l’immediata necessità di richiamare i prodotti confezionati in maniera errata. I lotti di produzioni interessati dal richiamo sono i numeri 94, 95 (scadenza 03/05) e 96, 97 (scadenza 05/05). Lo stabilimento che ha diramato la comunicazione di richiamo dagli scaffali di vendita è quello operativo a Varna, provincia di Bolzano, e il produttore è il Centro Latte Bressanone Soc. Agr. Coop.

L’errore di confezionamento con l’avvenuto scambio di prodotto delle mozzarelle con lattosio inserite nelle confezioni con la dicitura “senza lattosio” si riferisce alle confezioni da 125 gr. A scopo precauzionale la raccomandazione alle persone risultate intolleranti al lattosio è quella di evitare di consumare tali prodotti recanti i numeri dei lotti segnalati e di restituire i prodotti al punto vendita di acquisto.

L’intolleranza a lattosio, che è uno zucchero complesso, è rilevata nelle persone con assenza dell’enzima chiamato lattasi. Purtroppo la pericolosità dell’ingestione di lattosio per chi ne risulta intollerante è soprattutto per i soggetti celiaci o persone con infezioni a carico dell’apparato digerente.