Vecchi videogiochi, alcuni sono costosi: in casa potresti avere un tesoro

Vecchi videogiochi, gli indimenticabili strumenti di intrattenimento se ben conservati possono fare la fortuna di molti

Vecchi videogiochi
Vecchi videogiochi (foto social)

Tra gli anni Ottanta e Novanta era esplosa la moda dei videogiochi. Difficile entrare nella stanza di un adolescente e non trovarne uno. Le case di produzioni americane e giapponesi portavano avanti una grande concorrenza, con netto vantaggio dei nipponi.

Con il web ovviamente è cambiato tutto. È possibile giocare online con un computer ma le consolle sono rimaste: grafiche mozzafiato che sembra di vivere la realtà, tecnologia ad alti livelli e giochi sempre più specializzati dove non sono richieste solo abilità pratiche ma anche intelligenza.

A guardare ad esempio un gioco del calcio di oggi con uno di trent’anno fa, è evidente la differenza. La grafica innanzitutto, poi l’aderenza alla realtà che è impressionante, ma alcuni di quelli vintage possono essere tesori. Dunque occhio a cosa avete nelle cantine perché alcuni pezzi che possono semprare di antiquariato hanno un valore accezionale.

Vecchi videogiochi, alcuni valgono 15 mila euro

Vecchi videogiochi
Tetris (foto social)

Uno di questi è sicuramente King of Fighters 2000 in versione inglese che può valere dai 3000 ai 5000 euro. Creata dalla NeoGeo, è un gioco di combattimento e in particolare la settima edizione. La SNK che lo rilasciò, poco dopo è andata in bancarotta. Secondo alcune stime, ci sono cento copie in tutto il mondo.

Ottima quotazione anche per Atari 2600. Aveva anche una videocassetta e un libro da colorare. Una copia ritrovata è stata battuta all’asta per 12.971 euro.

Forse tra i più noti c’è Campus Nintendo con le cartucce create dall’omonima casa per torneo di videogiochi. Le cartucce era tre giochi insieme: Super Mario 3, Dr. Mario e PinBot. La storia, tutta la verificare, narra che un ex dipendente della Nintendo nel proprio garage abbia trovato una copia della cartuccia e il valore potrebbe arrivare anche a 18 mila euro.

La Gold Edition del Nintendo World Championships è datata 1990. Era stata creata come premio per un torneo di videogiochi che si era tenuto a Los Angeles proprio in quell’anno. Il vincitore ottenne una copia di questa cartuccia che può essere definita veramente esclusiva. Non fu l’unico perché fu consegnata anche agli altri 25 partecipanti per un totale dunque di 26 copie.

Anche in questo caso c’erano tre giochi, Super Mario Bros, Rad Racer e Tetris, personalizzati con un timer speciale per i tornei di videogiochi. Valore stimato 13 mila-19mila euro. Nella lista speciali dei videogiochi che hanno un grande valore non poteva mancare il Tetris della Sega: il valore può sfiorare i 15 mila euro.