Bonus 1000 euro per le famiglie con figli a scuola: la Regione ha scelto

Bonus di 1000 euro contro la dispersione scolastica: in un’altra agevolazione di 250 euro e soldi anche ai docenti

bonus
AnsaFoto

Tra i tantissimi problemi del nostro paese c’è anche quello della dispersione scolastica che secondo molti è comunque causa proprio di tante altre difficoltà del sistema Italia.

Ci sono aree del paese dove i ragazzi di età scolastica, anziché stare seduti dietro a un banco in un’aula, sono altrove. Per contrastare il fenomeno alcune Regioni hanno istituito dei fondi per le famiglie con figli che per legge dovrebbero studiare.

I soldi messi a disposizione ovviamente devono essere utilizzati per l’acquisto di materiale scolastico. La Regione Lombardia, ad esempio, mette a disposizione 1.500 euro per gli studenti meritevoli. Soldi che possono essere usati anche al di fuori dell’età scolastica. Dopo il diploma, infatti, si possono utilizzare per l’iscrizione all’Università.

Bonus, 250 euro della Regione Campania

Un fondo è stato istituito anche in Campania ed è pari a 30mila euro: consiste in un bonus di 250 euro per ogni studente iscritto in un istituto secondario che farà richiesta.

Ovviamente non basta essere uno scolare ma avere anche dei requisiti. Per i residente nelle cinque province campane, il richiedente deve far parte di un nucleo familiare che un Isee
non superiore ai 15.748,48 euro. Il bonus non sarà elergito a chiunque faccia la domanda perché sono ad esaurimento e le borse sono in totale 29.017. Per presentare la domanda bisogna collegarsi alla piattaforma della Regione Campania Io Studio.

La scadenza per presentare la domanda è prossima. In molti hanno già provveduto (si può fare dal 27 aprile) e il termine ultimo è fissato alle ore 22.00 del 12 maggio 2022. Si può accedere alla piattaforma dalle ore 9.00 alle 22.00. A formulare la domanda deve essere uno dei due genitori o lo studente stesso se è maggiorenne.

Per fare l’istanza, oltre al modello Isee bisogna avere un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale, sia del genitore che dello studente.

Alcune Regioni mettono un bonus a disposizione anche ai docenti. Nel Lazio è previsto un contributo per i professori che può arrivare a 600 euro (clicca qui per maggiori informazioni). Per ottenerlo bisogna essere residenti in regione, ma non solo. Altri requisiti che vengono valutati sono i redditi dichiarati nel 2020 e il periodo d’insegnamento.