Ispettorato del Lavoro: “700 assunzioni a breve”

L’Ispettorato del Lavoro già a giungno aprirà le porte per nuovi ingressi per contrastare l’emergenza degli impieghi a nero

Ispettorato Nazionale del Lavoro
Ispettorato Nazionale del Lavoro

Emergenza lavoro in Italia. Sono anni ormai che il nostro paese non riesce a dare prospettive a migliaia di giovani che non a caso lasciano il paese natio per volare altrove. O manca o è precario, oppure è a nero, senza diritti ma solo doveri: è questa in sintesi la situazione lavorativa.

Forse ancora messo troppo poco al centro dell’attenzione, il lavoro nero è una vera e propria piaga. Se ne parla quando purtroppo avviene una tragedia, quando un lavoratore perdere la vita e si scopre che era senza contratto.

Ai succitati problemi si aggiunge anche quello fondamentale della sicurezza, causa di tanti caduti. Proprio per contrastare ancora di più il lavoro sommerso, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro si rafforzerà con 700 nuovi ispettori, 691 per la precisione, chiarisce all’Ansa il diretore Bruno Giordano, ma sarà possibile reclutare anche fino a 900 unità.

Ispettorato del lavoro, direttore Giordano: “Lavoro nero vale 76 miliardi”

Un danno enorme quello provocato dal lavoro sommerso: tasse non pagate, contributi dei lavoratori non versari, diritti inesistenti. Un giro di affare quella dell’economia sommersa, dice Giordano, che vale almeno 203 miliardi di euro. Di questa montagna di soldi, circa un terzo, pari a più di 76 miliardi di euro, è nel mondo del lavoro come “vizio del rapporto contrattuale”.

Dopo che tutto l’iter delle procedure concorsuali sarà terminato, il personale che sarà impegnato nella azioni di vigilanza passerà da 1.835 unità (numero attuale tra ispettori del lavoro e ispettori tecnici) a 3.700. Numero estendibile fino a 3.909 fnunzionari grazie allo scorrimento delle graduatorie.

Conti alla mano, sostiene Giordano, si tratta di aumentare l’organico dell’Ispettorato del 60% nel giro di pochi mesi, portando a un numero di dipendenti che l’ente non ha mai avuto negli ultimi quarant’anni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sicurezza sul lavoro, esiste il rischio zero?

Del lavoro e del delicato tema della sicurezza ha parlato venerdì scorso ha parlato anche il ministro Andrea Orlando a Verona, in occasione di un evento elettorale. Ha affertmato che quest’anno la forza dell’Ispettorato è aumentata del 65% (già nel 2021 c’erano state assunzioni) grazie anche al un migliore coordinamento con le regioni.