App gratuite per la pulizia: attenzione, mettono a rischio la sicurezza dei dati sensibili

Sempre più utenti prendono l’abitudine di utilizzare le applicazioni gratuite per la pulizia dello smartphone: è bene prestare attenzione, perché il rischio di furto dei dati sensibili è molto alto.

app gratuite pulizia smartphone rischio
(Pixabay)

La squadra di ricerca di Cybernews ha lanciato un allarme riguardo le applicazioni gratuite per la pulizia dello smartphone. Sembrerebbe che il rischio di compromettere la sicurezza dei dati sensibili contenuti all’interno del dispositivo sia particolarmente alto.

Cybernews avvisa gli utenti di stare alla larga da questo genere di applicazioni: molte conterrebbero dei tracker di dati o collegamenti a dei domini potenzialmente dannosi.

Si contano almeno 13 delle 40 applicazioni più scaricate che risultano essere un rischio per la privacy degli utenti: dal furto dei dati sensibili all’installazione di virus, l’utilizzo sicuro del dispositivo viene compromesso.
Capiamo quali sono le applicazioni che possiamo lasciare nello smartphone e con cui possiamo dormire sonni tranquilli.

Applicazioni gratuite per la pulizia: attenzione, mettono a rischio la sicurezza dello smartphone

app gratuite pulizia smartphone rischio
(Pixabay)

La migliore applicazione per la pulizia dello smartphone risulta essere “Keep Clean Cleaner“, con un punteggio di 54 su 100.
Il secondo e il terzo posto vedono rispettivamente “Fancy Booster” e “Clean Guard“. L’ultimo posto, invece, è riservato a “Safe Security Antivirus“, con solamente 9 punti.

Leggi anche -> Cybercrime, aumentano gli attacchi informatici: quasi la metà malware

Ebbene, su 40 applicazioni esaminate, ne emergono solamente 4 da poter utilizzare in piena sicurezza. Quasi tutte le altre rappresentavano un potenziale pericolo per il proprio smartphone e la sicurezza dei dati sensibili.
In circa 30 applicazioni sono stati trovati dei tracker. Questo significa che buona parte ci ciò che appare gratuito, disponibile e funzionante ha in realtà un prezzo nascosto da pagare: non si tratterà di una cifra in denaro ma di qualcosa di decisamente più prezioso, i dati degli utenti.

Leggi anche -> INPS: attenzione alla truffa. Un’email nasconde un virus per rubare i vostri dati sensibili

Le informazioni personali vengono tracciate, rubate, addirittura vendute o gestite in modo insicuro a causa di pratiche di codifica e privacy poco corrette portate avanti dagli sviluppatori delle applicazioni.
Queste sono state le dichiarazioni dello staff di Cybersecurity, che invita gli utenti a seguire scrupolosamente la guida e pensarci due volte dallo scaricare senza informarsi questo genere di applicazioni.