Modello 730 precompilato: quando è pronto e cosa fare

Modello 730 precompilato: a partire da questo mese è possibile visualizarlo prima e modificarlo poi: come funziona

Modello 730
Modello 730 (foto social

Tempi di Dichiarazione dei Redditi. La scadenza ultima è il 30 settembre 2022 ma molti cittadini e liberi professionisti stanno già provvedendo a presentare la documentazione necessaria per fare tutto con calma.

Muoversi in anticipo è consigliato anche perché nel caso di rimborsi (che hanno sempre tempi lunghi) prima l’Agenzia delle Entrate viene a conoscenza del credito meglio è. Può passare anche un anno e ovviamente arrivano in tempi più brevi se prima si compilata il Modello.

Proprio l’ente fiscale metterà a disposizione online il Modello precompilato 730. Vediamo a cosa serve, cosa si potrà modificare e dove si dovrà inviare.

In realtà il precompilato arriva con quasi un mese di ritardo rispetto a quanto previsto inizialmente, il 30 aprile. L’utilità del precompilato è evitare al contribuente una serie di calcoli e avere i rimborsi d’imposta in busta paga o sulla pensione già nei mesi estivi massimo settembre.

Ci sono già alcuni dati a disposizione dell’Agenzia delle Entrate: spese sanitarie, scolastiche, universitarie, funebri e altri. Così si può inviare il modello com’è ma è ovviamente anche possibile fare delle modifiche.

Modello 730 precompilato, le date per annullarlo

Le principali detrazioni del 730, ossia le spese che si possono detrarre direttamente dalle imposte, sono le mediche, gli interessi passivi dei mutui, le spese di intermediazione immobiliare, le assicurazioni, quelle d’istruzione (universitarie e non) le funebri, le attività sportive dei figli, le spese per le cure veterinarie, trasporto pubblico e ristrutturazione, le spese per il risparmio energetivo (bonus verde, superbonus 110%), e altre ancora.

Per inviare all’Agenzia il precompilato così com’è (dopo averlo visualizzato in seguito all’accesso tramite Spid e le altre identità digitali, è possibile farlo dal 31 maggio 2022 fino al 30 settembre.

Dopo aver controllaro le spese si dovrà selezionare il link Scegli il modello tra quello 730 o modello Redditi Pf precompilati dell’Agenzia. Se sisceglie il secondo bisognerà modificare o integrare i dati della Dichiarazione e inviarla.

Dal 6 al 20 giugno sarà possibile annullare il modello 730 già inviato, presentando una nuova dichiarazione. Dopo l’annullamento all’Agenzia non risulterà nessuna Dichiarazione e quindi si dovrà fare una nuova procedura.