Bonus patente, molte agevolazioni anche per quelle più grandi

Bonus patente, si possono risparmiare fino a 3mila euro. A chi è rivolto e cosa bisogna fare per ottenerelo

bonus patente
Patente di guida – Pixabay

La patente è sempre stato anche sinomino di strumento indispensabile per poter lavorare. Senza l’auto, infatti, non tutti possono spostarsi e recarsi sul luogo di lavoro. Negli ultimi anni le cose sono un po’ cambiate per via della pandemia con moltissime persone che hanno sperimentato lo smartworking.

Ma per tanti la patente creata una vera e propria opportunità di lavoro. Non mancano infatti i giovani che dopo aver preso quella di “base”, la patente B – ossia la licenza che hanno praticamente tutti gli automobilist – continuano su questa strada e frequentano i corsi delle scuole guide o delle Motorizzazioni civili per ottenere anche le patenti C, D, e Cqc.

Tanti giovani non vedono loro di mettersi alla guida appena diventano maggiorenni ma qualcuno, pur volendo, non può permettersi di frequentare la scuola guida, sostenere le spese per il corso, le guida con l’istruttore e l’esame e così alcuni attendono ancora qualche anno.

Bonus patente, si attende il Decreto attuativo

Il Decreto Infrastrutture e Trasporti del 2021 prevede un contributo a livello statale e lo possono chiedere tutti i cittadini e resterà in vigore fino al 2006. Si tratta di un fondo di 5 milioni di euro.

Di solito per ottenere i bonus ci sono dei requisiti di reddito ma non in questo caso. La somma che viene erogato dovrebbe coprure ben l’80% delle spese necessarie per ottenere la patente. Una condizine, però, c’è: non bisogna avere più di 35 anni per poter richiedere il contributo per le spese relative alla patente C oppure per la Cqc, Carta di Qualificazione del Conducente.

Come e da quando si potrà fare la domanda? Al momento non è ancora possibile ma dovrebbe esserlo da luglio. Si attende infatti il Decreto attuativo che dovrebbe essere messo nero su bianco nelle prossime settimane. Solo dopo si potranno conoscere tutti i dettagli, le somme precise, le modalità di erogazione e il termijne ultimo. Un bonus del genere è già in vigore, ma in una sola regione, il Friuli Venezia Giulia. Il limite massimo di spesa è 3 mila euro e si possono coprire fino al 70% dell’importo totale.