Bonifico, lo puoi ricevere se chi invia non ha un conto? La risposta

Bonifico senza essere titolari di un conto, si può fare? Come ricevere i soldi senza essere clienti di un istituto

Bonifico
Pixabay

Oggi il bonifico è un’operazione molto diffusa da quando la legge ha obbligato tantissimi soggetti a ricorrere ai pagamenti digitali. Per l’accredito dello stipendio, il saldo delle bollette o comprare online, la carta, che sia della banca o della posta, ce l’abbiamo tutti.

Dal proprio conto corrente, un cliente della banca o della posta può disporre un bonifico in uscita effettuando l’operazione presso la filiare o l’ufficio postale o facendo tutto online, disponendo dei dati del beneficiario.

Un bonifico può essere effettuato anche per conto dello stesso soggetto, in entrata o in uscita, trasferendo denaro su un altro contro anche se l’intestazione è la stessa. Ciò però avviene entro certi paramenti e regolamenti dettate dalle leggi dell’antiriciclaggio.

Se però dobbiamo ricevere dei soldi da chi non ha né un conto corrente né una carta posta, come si può fare?

Bonifico senza conto corrente, è possibile fare l’operazione

Per rispondere a questa domanda ricordiamo che oggi l’Iban non è associato solo ai conti correnti, ma anche alle cosiddette carte conto che sono a tutti gli effetti delle ricaricabili. Dunque se chi i deve mandare dei soldi è titolare di una carta del genere, può effettuare tranquillamente il bonifico. Ciò che rende possibile l’operazione è l’esistenza dell’Iban.

Tra le operazioni ammesse, infatti, c’è anche quello della casa, per questo è possibile fare operazioni sia in entrata che in uscita.

Precisamente come si può effettuare un bonifico per cassa senza essere titolari di un un conto corrente o una carta conto? Affinché la transazione vada a buon fine basta recarsi presso la filiale di una banca oppure presso un qualsiasi ufficio postale. L’ordinande alla cassa deve versare in contanti la cifra che vuole versare.

Per lasciare traccia dell’avvenuto pagamento l’impiegato farà compilare un apposito modulo con l’Iban che che sarà poi girato alla banca o alla Posta, in base al conto che ha aperto chi deve ricevere i soldi.

La discriminante rispetto al non possedere un conto in banca o in Posta è che non si può fare il bonifico stando comodamente a casa ma recarsi all’ufficio di persona.