Reddito di cittadinanza, le date di accredito per il mese di giugno

Il mese di giugno è alle porte, quando partono gli accrediti del Reddito di Cittadinanza? La guida utile per conoscere le date.

Reddito di Cittadinanza date accredito giugno
(Luca – Adobe Stock)

Coloro i quali hanno terminato il periodo di spettanza del reddito di cittadinanza nel mese di aprile 2022 hanno trascorso maggio senza percepire alcunché.  Questo è il meccanismo del sussidio che dopo 18 mesi viene rinnovato non prima però che siano trascorsi 30 giorni di buco.

Il mese di giugno sarà, quindi, tempo di rinnovo e riaccrediti. Ma esattamente, quale giorno bisognerà aspettare per ricevere il sussidio?

Reddito di cittadinanza, le date di accredito del mese di giugno

Reddito di Cittadinanza date accredito giugno
(Alessandro Di Marco – Ansa)

Il reddito di cittadinanza è stato il baluardo della campagna elettorale del Movimento 5 Stelle che ha poi mantenuto la sua promessa. Numerose le critiche alla misure, tuttavia nulla che abbia impedito la sua erogazione.

Nello specifico l’Rdc viene concesso per 18 mesi all’esito dei quali il percettore che non abbia ancora trovato un impiego potrà presentare domanda di rinnovo. È quello che è accaduto a molti cittadini i quali ad aprile hanno terminato il loro primo ciclo e che a giugno vedranno riconoscersi nuovamente quanto di spettanza.

Ma quando accadrà ciò esattamente? In primis è necessario precisare che la seconda tornata dell’Rdc sarà riconosciuta solo a coloro i quali hanno continuato a mantenere invariata la propria situazione patrimoniale, ossia quella che da principio gli aveva dato diritto all’erogazione. Come noto ad effettuare l’accredito sarà l’Inps e lo farà solo all’esito di tutte le verifiche del caso.

Si ricorda, inoltre, che per percepirlo bisogna essere almeno 18enni, essere cittadini italiani o avere residenza in Italia da almeno dieci anni.

Ciò chiarito, la data presunta di accredito dovrebbe avvenire tra il 13 ed il 16 giugno 2022, ma se i controlli dell’Istituto dovessero protrarsi anche queste date slitteranno. Per gli altri soggetti, ossia coloro i quali devono ricevere la prima ricarica il flusso di pagamenti dovrebbe partire dal 27 giugno.

Si tratta lo si ribadisce di proiezioni, in quanto lo scorso anno per il mese di giugno 2021 i pagamenti partirono il 25.

Per effettuare una verifica sull’effettivo pagamento bisognerà recarsi presso uno sportello poste o sulla propria area personale Inps, controllando la disponibilità della carta.