Detrazioni, quali sono e chi può averle quest’anno

Detrazioni per il 2022. Alcuni cittadini hanno diritto ad averle: quali categorie e come fare per scoprirlo

Detrazioni
Pixabay

Milioni di italiani in queste settimane si stanno occupando di fare la Dichiarazione dei Redditi tramite il modello 730. C’è tempo fino al 30 settembre ma per non ridursi all’ultimo e trovare i Caf pieni di lavoro, già adesso in tanti si stanno muovendo.

Il motivo per cui non si attende settembre in realtà è anche un altro. Tra i moltissimi bonus che il governo ha messo a disposizioni, vista la fortissima crisi che stiamo vivendo, anche le detrazioni fanno più che comodo e l’unico modo per ottenerle è appunto la Dichiarazione dei Redditi.

Molti sperano infatti di ottenere quello che viene chiamato proprio bonus Irpef ma tecnicamente si tratta della detrazione sull’Imposta sul Reddito delle Persone Fisico, ossia un rimborso delle tasse pagate lo scorso anno.

La Dichiarazione infatti serve proprio a comunicare al Fisco quali sono stai i redditi percepiti durante l’anno solare precedente: non solo quelli ricevuti dal lavoro ma, ad esempio, anche dalla pensione o da altre proprietà come immobili e terreno.

Detrazioni Irpef, quando il contribuente deve ricevere il rimborso

Quando i lavoratori ricevono la busta paga, trovano già calcolato l’Irpef. Stessa cosa succede per i pensionati con il cedolino. Ciò avviene perché il datore di lavoro e l’Inps, quindi chi eroga i soldi, fungono da sostituti d’imposta. Se queste categorie non hanno altre entrate, perché dunque possono sperare di ricevere il rimborso Irpef che è c’è stato calcolato?

Nel loro caso si andrà a verificare se l’Irpef trattenuta in busta paga o nel cedolino Inps ogni mese, corrisponde alla quota in effetti è pagata mensilmente equivale a quella effettivamente dovuta.

Rifacendo i calcoli, se si scopre che la somma delle quote versate è supurire a quanto il contribuente avrebbe dovuto dare in base al proprio reddito, in questo caso di parla di credito e quindi il contribuente dovrà ricevere un rimborso dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione.

La Dichiarazione è utile anche per ricevere altre detrazioni previste dalla legge. I Bonus edilizi, le spese mediche; queste e altre permettono al contribuente di ridurre l’Irpef, portandola a una somma la cui differenza deve essere restituita dallo Stato.