Come raffreddare l’auto, i trucchi giusti per viaggiare freschi in estate

I suggerimenti da seguire su come raffreddare l’auto, inteso come temperatura interna, per potere viaggiare con sollievo e freschezza.

Una ragazza all'esterno di un'auto
Una ragazza all’esterno di un’auto (Pixabay)

Come raffreddare l’auto, cosa che in estate diventa a dir poco vitale? L’abitacolo della nostra vettura raggiunge temperature roventi nel corso dei mesi che vanno soprattutto da giugno a settembre.

E guai a lasciare qualcosa o qualcuno al suo interno. Men che mai bambini, anziani ed animali. Purtroppo i casi anche letali non mancano ed avvengono sistematicamente di anno in anno. Torna quindi utile sapere il come raffreddare l’auto.

Specialmente se siamo costretti, per lavoro o per altri impegni, a dovere prendere la macchina tutti i giorni. In estate è come andare a fare ogni giorno un viaggio all’inferno. Per quale motivo l’interno dell’automobile diventa così caldo, se esposto al sole e nonostante il tettuccio ed eventualmente un parasole per il tergicristallo?

Perché i vetri irradiano i raggi solari ed impediscono ovviamente il passaggio dell’aria. Viene a crearsi un effetto serra capace, nel giro di pochi minuti, di fare alzare anche di parecchi gradi la temperatura interna.

Come raffreddare l’auto, le dritte per stare bene in viaggio di giorno

Come fare per raffreddare la nostra vettura? Anzitutto, per quanto possibile, cerchiamo di parcheggiarla in una zona all’ombra. Meglio ancora se all’interno di un box, dove permarrà il fresco. Inoltre proviamo a non prendere la macchina nelle ore più calde. Spostarsi di sera, se la situazione ce lo permette, sarebbe l’ideale.

Ma se proprio non possiamo, e dobbiamo guidare in un orario di caldo torrido, allora apriamo tutti i finestrini, oppure gli sportelli. Così daremo modo alla corrente di dare una rinfrescata.

Ci può aiutare anche il climatizzatore, che però non va tenuto acceso mai da fermo. Infatti questa cosa, con l’auto accesa a sua volta, rappresenta una violazione del Codice della Strada punibile con anche più di 400 euro di multa.

Non abusate del climatizzatore

Il climatizzatore va attivato per una decina di minuti e mai in sosta ma solo mentre si è in movimento. Con i finestrini chiusi, per rinfrescare l’interno. Quando poi comincia a fare caldo, apriamo i finestrini e sfruttiamo la brezza del movimento.

Infine, come già accennato poco prima, i parasole possono dare anche un minimo di aiuto. Così come di aiuto è il tenere chiusi eventuali sportelli per il tettuccio.

Ci sono vetture come le prime versioni della Fiat 500 fabbricata dal 2007 in poi che hanno un tetto trasparente ma che non è progettato per essere aperto. Tenendo chiusa la tappezzeria eviteremo al Sole di penetrare all’interno dell’auto.