Password addio: la sicurezza del futuro

Password addio arrivano nuove tecnologie per garantire la sicurezza del futuro. Vediamo nel dettaglio

password addio
(foto Instagram)

Le password governano la nostra vita digitale in ogni suo aspetto. Gli utenti online per accedere a qualsiasi sito, piattaforma o applicazione devono utilizzare una password. La sicurezza informatica prevede a volte anche più passaggi di sicurezza. E il numero di password da utilizzare per ogni servizio online aumentano in modo esponenziale. Il login è personale e protetto da intrusioni di hacker senza scrupoli alla ricerca di dati sensibili.

Ma la tecnologia va avanti a velocità supersonica ed ogni minuto si guadagna in avanzamento tecnologico. Ecco che siamo prossimi all’ennesima meraviglia tecnologica. L’annuncio proprio durante il World Password Day la giornata promossa da Intel a favore della sicurezza informatica. I colossi del web annunciano l’avvento di un nuovissimo supporto che ci consentirà di dire addio alle password.

L’annuncio di Apple, Google e Microsoft: il futuro è passwordless

password addio
(foto Instagram)

I colossi del web 3.0 a contrasto della criminalità informatica riconsiderano le barriere di Cyber Security. L’idea è sfruttare gli strumenti come l’intelligenza artificiale e il machine learning. Il tutto si traduce in risparmio di tempo per gli utenti e denaro per le aziende. Obbiettivo arrivare ad una esperienza digitale più veloce unita ad una maggiore sicurezza.

Il percorso tracciato mira ad un’autenticazione basata su standard con sistemi crittografici sicuri. L’esperienza per l’utente deve essere semplice attraverso il mantenimento delle informazioni di login sicure e private. I sistemi di autenticazione basati su pin e password sono faticosi e costosi.

L’evoluzione passa da alcune nuove tecnologie a garanzia della sicurezza. La biometria è già presente sugli smartphone con il riconoscimento facciale e la scansione dei documenti. A breve la sua implementazione consentirà di personalizzare ogni account creato dagli utenti con la foto di volti e documenti abbandonando le password di autenticazione.

Chiavi Usb di hardware allo studio di sperimentazione per Google. Un buon compromesso tra semplicità d’uso e sicurezza. Con in alternativa soluzioni NFC o Bluetooth o incorporate nello smartphone. In comune la presenza dell’oggetto al momento del login. Il QR code sono già utilizzati in molte applicazioni. L’autenticazione senza password è possibile inquadrando un QR code con la fotocamera dello smartphone. Ed è possibile utilizzare QR code animati, unici a garanzia di un metodo sicuro.

L’analisi del comportamento dell’utente per il riconoscimento dell stesso offre opzioni di autenticazione accurate. La soluzione Zero-knowledge proves per la gestione della password necessita di un algoritmo di riconoscimento senza la necessaria digitazione. In modo astratto vengono fornite delle informazioni per l’identificazione.

Lo sviluppo tecnologico va verso il supporto per gli standard FIDO. Gli smartphones memorizzeranno una credenziale FIDO chiamata passkey utilizzata per sbloccare l’account online. La chiave d’accesso rende lo sblocco molto più sicuro grazie alla crittografia a chiave pubblica mostrata solo al momento dello sblocco del telefono. Lo stesso sblocco del cellulare servirà per gli accessi a siti tramite PC. Il futuro senza password è più vicino.