Cavo usb unico, svolta clamorosa per i consumatori: “Finalmente!”

Si parla di introduzione del cavo usb unico per tutti i dispositivi e che tutti i produttori dovranno produrre. Ed ora c’è la novità.

Un cavo usb di tipo C
Un cavo usb di tipo C (Foto Amazon)

Cavo usb unico, siamo alla svolta. L’Unione Europea ha preso una grossa decisione che va incontro alle esigenze dei consumatori. Senza troppi giri di parole, dal Parlamento e dal Consiglio Europeo è arrivata una decisione che avrà ripercussioni molto importanti nel medio periodo.

Questione di un paio di anni e ci dovrà essere il cavo usb unico per tutti i caricabatterie immessi sul mercato a partire dall’autunno del 2024. Questo vuol dire che i principali soggetti del mercato si dovranno adeguare alla scelta proveniente da Strasburgo.

Ed è da tempo che l’Unione Europea aveva manifestato questo proposito, proprio per dare maggiori diritti ai cittadini e per consentire loro di non andare incontro ad inutili spese. Se già si dispone di un caricabatterie di tipo usb C, perché mai comprarne un altro?

Cavo usb unico, molto presto la svolta

Inoltre questa decisione ha anche una valenza non da poco in fatto di impatto ambientale. Gli effetti maggiori ci saranno per quanto riguarda Apple, che da sempre utilizza dei connettori proprietari, esclusivi per i propri prodotti.

Ma l’azienda di Cupertino dovrà rispettare quanto decretato dal Parlamento Europeo. Questo vuol dire che vedremo le future edizioni di iPhone, iPad e di altri devices con la Mela morsicata con ingressi per il cavo usb unico di tipo C.

Oltre a telefonini e tablet, anche fotocamere, smarthwatch e joypad per console dovranno sempre e comunque montare un ingresso per usb di tipo C. C’è da dire che quanto venuto fuori dal Parlamento Europeo non corrisponde ancora a nulla di definitivo. Ma solo perché ci sono da rispettare dei tempi tecnici prima che tutto venga inserito in Gazzetta ufficiale.

Da Apple una reazione del tutto negativa

Apple, sin dal primo momento in cui l’Unione Europea aveva manifestato la propria volontà di volere uniformare lo standard per i caricabatterie e per i cavetti di ricarica, si era mostrata del tutto contraria.

La compagnia californiana aveva fatto riferimento alla “morte della innovazione tecnologica, con una idea che finisce solo con il confondere gli utenti”. In realtà però non sembra avere molto senso parlare di confusione, visto che un unico cavo riuscirà a ricaricare praticamente qualunque dispositivo esistente.

Altri prodotti elettronici che ad oggi presentano ancora il vecchio formato usb micro e quello ancora più vetusto usb mini sono:

  • e-reader;
  • auricolari e cuffie di varie dimensioni;
  • speaker;
  • tastiere;
  • mouse;,
  • GPS;
  • laptop;
  • console e mini console;