Come vendere un’auto incidentata o dove trovare i pezzi di ricambio

I consigli da seguire su come vendere un’auto incidentata oppure su come agire per reperire delle componenti per rimetterla a nuovo.

Un'auto distrutta per un incidente
Un’auto distrutta per un incidente (Pixabay)

Come vendere un’auto incidentata? Un veicolo rimasto coinvolto in un sinistro anche importante potrebbe non farci dormire sogni tranquilli. Potremmo volercene liberare, ma meglio ancora se riuscissimo a capitalizzare qualcosa dalla cosa.

Oppure potremmo cercare di rimetterla il più a nuovo possibile cercando di reperire dei pezzi compatibili, ufficiali come anche no. E ridare nuova vita alla vettura alla quale in fondo siamo affezionati.

Però in caso di separazione dalla stessa, come vendere un’auto incidentata? Cosa si renderà necessario fare? Anzitutto vale sempre la pena non agire d’impulso e valutare ogni eventualità caso per caso, soppesandone tanto i pro quanto i contro.

Come vendere un’auto incidentata, fai così

Rimpiazzare le parti di una macchina che riguardano la carrozzeria è più semplice ed economico che sostituire quelle del motore. Perciò già questo ci potrebbe fare cambiare idea, qualora desiderassimo vendere la nostra auto.

Si può anche andare ad un “cimitero” delle vetture per mettersi alla ricerca delle parti di ricambio che ci servono. Questo è il metodo più economico ma, se vogliamo, anche quello meno pratico. Perché la cosa potrebbe richiedere diverso tempo.

Altrimenti è possibile rivolgersi ad una concessionaria o ad un rivenditore autorizzato. Ma lì i prezzi per le singole componenti arriveranno a costare molto di più. Un’altra alternativa è rappresentata dai siti di compravendita e dai gruppi social.

Puoi ricavare qualche soldo anche da un’auto distrutta

In questi ultimi due casi però occorre fare bene attenzione al pericolo di non incappare in qualche situazione rischiosa. Non è infrequente leggere per esempio di truffe subite da parte di chi si era messo alla ricerca di questo o quel bene.

Una rottamazione di un veicolo che ha subito un incidente e che proprio non si può recuperare richiede una sola soluzione. E cioè rivolgersi ad un centro di rottamazione ufficiale, che si occuperà di compattare la macchina e di smaltirla. Una cosa che però può essere appannaggio anche del punto vendita.

Ma prima di fare questo possiamo staccare tutte quelle parti che sono rimasto intatte e che potrebbero avere un valore. Anche solo per ricavarci qualche decina di euro. Specchietti, cuscinetti, parasole e quant’altro. Magari anche i pneumatici, che alcuni gommisti rivendono come usati.

Fai sempre ricorso ai pagamenti tracciabili

Potrebbe anche capitare che ci sia qualcuno interessato ad acquistare la nostra auto anche se parzialmente distrutta.

Ma è chiaro che la cosa avverrà ad un prezzo particolarmente ridotto. E, ad estrema tutela dei nostri interessi, chiediamo sempre un pagamento con strumenti tracciabili.

Questo dovrebbe contribuire a limitare l’eventualità di incappare in delle brutte sorprese.