Bonifico da sportello bancomat: come fare

Bonifico da sportello bancomat senza fare la fila in banca o usare il servizio internet: una guida semplice

Bonifico Atm
AnsaFoto

Siamo abituati a usare lo sportello Atm della banca al posto dell’impiegato. Senza entrare negli uffici, in pochi minuti dal marciapiede di una strada, è possibile prelevare o versare.

Per fare un bonifico ci sono varie possibilità. Oltre alla classica, appunto, all’interno della banca, si può usare il sistema Internet banking. Non tutti però sono avvezzi alla tecnologia o comunque non si fidano di trasferire soldi da un conto a un altro in modo “immateriale”, restando davanti al pc.

Per poter fare un bonifico dallo sportello, bisogna compiere varie operazioni. La prima è controllare che la carta del proprio conto sia abilitata.

Bisogno poi anche verificare quale sportello può compiere l’operazione perché non è consentita ovunque. Gli Atm devono essere quelli detti evoluti. Significa che oltre alle operazione che abbiamo sempre svolto, se ne possono fare altre come il pagamento delle bollette e appunto il versamento di bonifici. Essenziale sono i dati: nome e cognome del beneficiario, Iban e nome della banca.

Oltre agli Atm evoluti ci sono i Totem, degli sportelli multifunzionali automatici all’interno degli istituti. Si possono pagare gli F24, i MAV, il bollo auto e controllare il proprio profilo con l’Agenzia delle Entrate, se ci sono debiti o crediti con essa. C’è però un limite nell’importo del bonifico: dal Tomet si può accreditare massimo 500 euro.

Bonifico da sportello bancomat: il procedimento passo per passo

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

L’operazione per fare un bonifico è molto semplice. Dopo aver inserito la carta, bisogna selezionare la voce bonifico e inserire il Pin personale. Il tutto si svolgerà come se si facesse con l’operatore in banca. Quindi bisognerà inserire i propri dati e quelli del beneficiario con la causale.

Prima di confermare definitivamente, c’è una scheda riepilogativa. È fondamentae ricontrollare bene tutti i dati, soprattutto l’Iban del destinatario. Dopo essere certi che tutto sia stato inserito correttamente, si può dare l’ok definitivo.