Lavorare con Poste Italiane: facile candidarsi a una delle posizioni aperte

Poste Italiane sta assumendo personale: candidarsi a una delle posizione aperte è molto semplice, basta seguire questi passaggi. 

poste italiane assunzioni
(Screenshot)

Periodicamente Poste Italiane apre nuove posizioni lavorative per incrementare il personale. Dai postini a altre figure da assumere negli uffici postali e in sede, sono diversi i ruoli a cui ci si può candidare.
Procedere è anche molto semplice: la selezione avviene online, sul sito web di Poste Italiane, nella sezione dedicata Lavora con noi.

Stiamo parlando di una delle più importanti società italiane di servizi: si occupa della gestione del servizio postale e della corrispondenza all’interno dei confini del nostro Paese, basandosi su una rete piuttosto fitta di uffici sparsi su tutto il territorio nazionale. Arrivano a superare le 12.800 unità, più oltre 1500 centri di recapito.
La società, di cui il 65% del capitale è detenuto dal Ministero dell’Economie e delle Finanze e da Cassa Depositi e Prestiti, si occupa anche di servizi finanziari, investimenti, assicurazioni, bancoposta e telefonia mobile.

Poste Italiane già conta circa 126mila dipendenti, e 27mila postini.
Ecco quali sono le candidature attualmente aperte e vediamo quali procedure vanno seguite per inviare i propri dati.

Poste Italiane assume: ecco come candidarsi alle posizioni aperte

poste italiane assunzioni
(Screenshot Il Sole 24 Ore)

Nel corso dell’anno, Poste assume personale per diverse mansioni: dalla consegna e smistamento della posta all’assistenza del cliente presso lo sportello postale. Attualmente sono ricercate diverse figure tra postini, addetti, impiegati e consulenti.

Le assunzioni per i postini vengono regolate da un contratto a tempo determinato e sono legate alla copertura del personale assente, ai picchi di stagioni e alle varie necessità di zona.
Per altri ruoli, invece, le assunzioni avvengono principalmente con un contratto a tempo indeterminato che subentra al termine di uno stage.
Le selezioni vengono effettuate su tutto il territorio nazionale ed accettano candidati diplomati o laureati.
Per il ruolo di portalettere non è richiesta alcuna esperienza.

Ogni anno, l’azienda offre ai postini l’opportunità di passare a tempo indeterminato tramite una graduatoria che ha lo scopo di stabilizzare i contratti a tempo determinato.

Oggi è possibile candidarsi per il ruolo di postini nel periodo estivo. Dovranno occuparsi del recapito di pacchi, lettere, raccomandate, documenti, buste ecc.
Per la candidatura non è richiesto un limite d’età, anche se le preferenze dell’azienda sono rivolte ai più giovani.
Nell’invio della richiesta, è obbligatorio inserire anche il voto del titolo di studio, altrimenti la società non prenderà in considerazione la candidatura. Poste Italiane, dunque, non seleziona il personale tramite concorso pubblico bensì attraverso raccolta di candidature, come qualsiasi società privata.

Il contratto proposto ai nuovi portalettere è un tempo determinato di 3 o 4 mesi che copriranno, probabilmente, da luglio a settembre 2022.
La remunerazione mensile è di circa 1200 euro al mese netti.

Leggi anche -> Conad non conosce crisi: quasi mille nuovi posti di lavoro

Requisiti necessari

In fase di candidatura, è necessario dimostrare di possedere i seguenti requisiti:

  • Diploma con un voto minimo di 700/100 o laurea con voto minimo 102/110;
  • Patente di guida in corso di validità, idonea anche per la guida del motomezzo aziendale (solitamente un Piaggio Liberty 125 cc);
  • Certificato medico rilasciato dalla propria ASL di appartenenza;
  • Per la provincia di Bolzano, certificato che attesti il bilinguismo.

Per procedere con l’invio della domanda, il sistema chiede di caricare, oltre alla copia del titolo di studio che dimostri la votazione, anche i documenti di identità e una copia del proprio curriculum vitae.
Si può scegliere una sola zona territoriale e la candidatura deve essere inviata entro il 3 luglio. Superata questa data, Poste accetterà comunque candidature spontanee.
Per affrontare la selezione, il candidato che risulterà idoneo dopo aver inviato il cv, dovrà tenere un test svolto in due fasi:

  1. I candidati ricevono entro una settimana dalla scadenza dell’annuncio, un’email da info.giuntitesting@giuntipsy.com, contenente un link per effettuare un test di ragionamento logico online. Il test consiste in 36 quesiti di logica figurativa e numerica da completare in 20 minuti.
  2. Coloro che superano il test, verranno contattati da Poste Italiane per la seconda fase del processo di selezione: un colloquio comprensivo di prova pratica di guida sul motomezzo aziendale.

Leggi anche -> Paghe misere per lavoratori stagionali: i titolari sono tutti dei mostri? Il rovescio della medaglia

Altre posizioni aperte in Poste Italiane

Le posizioni aperte in Poste Italiane non riguardano solamente il ruolo di portalettere. Anche altre figure per lo staff degli uffici vengono regolarmente richieste ogni anno. Ad esempio, si tratta di sportellisti, addetti allo smistamento postale, consulenti mobili, figure promotrici dei servizi offerti da Poste ecc.
Le modalità di assunzione e il tipo di contratto cambiano in base al ruolo. Per ottenere un contratto a tempo indeterminato in Poste, è necessario seguire un percorso di inserimento diviso in più step.
Si parte da un’assunzione iniziale a tempo determinato, in stage o contratto di apprendistato. I collaboratori che dimostrano più risultati vengono mantenuti in azienda.
Al momento, le posizioni aperte riguardano i ruoli di:

  • Digital, Technology e Operations;
  • Front end;
  • Junior Real Estate Engineer;
  • Consulenti Finanziari.

Anche in questo caso, è necessario compilare un test di logica qualora i curriculum inviati risultino idonei: il test consiste in 36 quesiti di logica verbale, 36 di logica numerica e 50 quesiti in lingua inglese.

La procedura di candidatura avviene sempre nella sezione Lavora con noi del sito ufficiale di Poste.