Bonus 200 euro: ecco il calendario per dipendenti, pensionati e autonomi

Bonus 200 euro, l’Inps ha reso noto in base alle categorie, quando arriverà una tantum. Chi dovrà fare l’autodichiarazione

bonus 200 euro
Pixabay

Il bonus 200 euro, visti i tempi, è come una boccata d’ossigeno. L’inflazione sta massacrando imprese e famiglie italiane. Fare la spesa, carburante o passare un giorno al mare, sono attività ordinarie che ormai richiedono molti soldi.

Attesi come il pane (che anch’esso ha avuto un pesante rincaro), sono circa 31 milioni e mezzo gli italiani che riceveranno i soldi in programma per luglio, ma alcune categorie dovranno aspettare qualche mese in più.

A ricevere il bonus una tantum di 200 euro saranno i lavoratori dipendenti pubblici e privati anche se hanno più rapporti di lavoro con il diritto all’esonero contributivo dello 0,8%, con un reddito massimo di 35mila euro.

Per i dipendenti sarà il datore di lavoro a riconoscere in modo automatico il sostegno dopo aver acquisito l’autodichiarazione. Con tale documento il lavoratore certifica di non ricevere trattamenti pensionistici e di non essere titolare di accompagnamento alla pensione e del Reddito di cittadinanza ma anche di non ricevere il bonus da un altro datore di lavoro.

Bonus 200 euro, chi riceve i soldi a ottobre

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Se per pensionati e dipendenti i soldi arriveranno a luglio senza dover fare la domanda (ma inviare solo l’autocertificazione), discorso diverso per altre categorie.

Riceveranno i soldi a ottobre chi ha un contratto di tipo Co.Co.Co., gli stagionali (con 50 giorni di lavoro attivi nel 2021), i lavoratori a tempo determinato del settore agricolo e chi è iscritto al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo, anche in questo caso con 50 contributi giornalieri nel 2021.

Gli autonomi, chi non ha la Partita Iva e chi effettua vendite a domicilio. Ci sono poi lavoratori domestici iscritti alla Gestione separata Inps. Per tutti è uguale il vincolo dei 35mila euro all’anno.

Le suddetre categorie dovranno presentare la domanda entro il 31 ottobre 2022. Eccezione per i lavoratori domestici: per loro il termine ultimo è il 30 settembre 2022.

Anche chi a giugno ha beneficiato delle prestazioni di disoccupazione Naspi e Dis-Coll il versamento è previsto per ottobre, senza dover fare la domanda.

Per i percettori del Reddito di cittadinanza, invece, la somma di 200 euro sarà accreditata sulle carte a luglio 2022. Ci saranno delle verifiche per essere certi che non ci siano altri bemeficiari all’interno del nucleo familiare.