Pagamenti Inps di luglio, i giorni da ricordare

Pagamenti Inps di luglio, pensioni, Reddito di cittadinanza, disoccupazione: quando l’Istituto eroga i servizi

Sono milioni i cittadini che ogni mese attendo i pagamenti dell’Inps. Così come i lavoratori per lo stipendio, i disoccupati, i pensionati e chi beneficia del Reddito di cittadinanza, attendono l’assegno per sostenere le spese del nuovo mese.

Luglio però sarà particolare perché arriverà anche il bonus di 200 euro. Sarà accreditato direttamente dall’Inps per i pensionati così come i lavoratori pubblici e privati. Queste ultime due categorie, però, dovranno presentare l’autodichiarazione. In essa certificheranno che non sono beneficiari del Reddito di cittadinanza e che non percepisco il bonus anche da un altro datore di lavoro.

Le date dei pagamenti di luglio

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma vediamo nello specifico qual è il calendario di luglio. Siccome il 1 è un giorno lavorativo, arriverà l’accredito per chi riceve la pensione sul conto corrente bancario. Per chi la ritira in posta c’è invece il solito calendario alfanumerico da rispettare. Ci sarà anche la quattordicesima.

Dal 29 giungo al 4 luglio arriverà il bonus terzo figlio Anf. Anche se è stato inglobato nell’Assegno unico, c’è ancora chi lo sta ricevendo. A proposito di Assegno Unico, i versamenti dovrebbero avvenire tra il 14 e il 22 luglio ma manca ancora l’ufficialità da parte dell’Inps.

Dal 3 al 14 luglio è il periodo della Carta acquisti. Dal 15 luglio ecco il Reddito di cittadinanza per chi attende il primo assegno. Per tutti gli altri i soldi arriverano come al solito dal 27. Dal 15 luglio al via gli assegni di disoccupazione (Naspi) che sarà arricchito dal bonus 200 euro. Al 22 al 27 luglio ci sarà il bonus Irpef mentre nello stesso periodo, dal 23 al 27 luglio, gli accrediti stipendio NoiPa.

Bonus 200 euro, chi a luglio e chi nei prossimi mesi

Pensionati e dipendenti riceveranno il bonus a luglio senza dover fare la domanda (ma presentare l’autodichiarazione solo in alcuni casi). Altre categorie dovranno aspettare qualche mese in più.

Chi ha un contratto di tipo Co.Co.Co., i lavoratori gli stagionali (con 50 giorni di lavoro attivi nel 2021), quelli a tempo determinato del settore agricolo o chi rientra nel fondo pensione lavoratori dello spettacolo (sempre con 50 giorni nel 2021), riceveranno i soldi a ottobre.

Oltre ad attendere dovranno anche presentare domanda per avere i soldi, entro il 30 ottobre. Stesso discorso per i lavoratori domestici ma la scadenza per loro è fissata il 30 settembre. Per tutte le categorie per accedere al bonus il requisito è non aver guadagnato più di 35mila euro all’anno. Poco ancora si sa per le Partite Iva: si attende il decreto congiunto del Ministero del Lavoro e dell’Economia.