Soldi sui libretti postali: attento potresti guadagnare molti soldi

Gli azionisti pubblici di Poste Italiane hanno immesso sul mercato un importante prodotto per rendere più appetibile il Libretto Postale. Ecco di cosa si tratta e come funziona

Libretto Postale INTERNA
Libretto Postale (Foto Twitter)

Gli azionisti pubblici di Poste Italiane hanno deciso, in questa torrida estate 2022, di mettere in atto la cosiddetta mossa del cavallo. L’obiettivo, dichiarato esplicitamente nella nota di stampa che ha motivato l’operazione, è dare una scossa all’economia italiana.

Economia italiana che, ricordiamo, è stretta da un lato dalla grave crisi economica in atto dall’esordio della pandemia da coronavirus covid-19 e che è costata, dal febbraio 2020 ad oggi, una perdita di quasi il 3%.

E dall’altro lato dai danni collaterali della drammatica guerra tra Russia ed Ucraina, penuria ed aumento delle materie prime e volo dell’inflazione su tutti. Vittime prioritaria di questo stato di cosa sono ovviamente il mondo del lavoro ed il mondo del risparmio.

Mondo del risparmio sul quale Cassa Depositi e Prestiti, azionista al 35,00 % di Poste Italiane, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanza, azionista con il 29,26% della SpA, ha deciso di puntare forte. Ecco come

Libretto Postale, il guadagno è servito

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

CDP, acronimo di Cassa Depositi e Prestiti da gennaio 2022 ha avuto particolare attenzione verso due prodotti, i buoni fruttiferi ed il libretto postale. I risultati nel primo semestre sono stati incoraggianti e per questo motivo dal 1 luglio è stato immessa sul mercato una importante promozione.

O meglio si tratta dell’evoluazione di una promozione già in essere. Parliamo di Supersmart prodotto di risparmio per il libretto postale categoria smart. Attualmente gli interessi base legati a questo titolo sono dello 0,001% annuo.

Da luglio cambia tutto. Il tasso sale, di colpo, fino all’1% annuo con l’obiettivo di spingere i risparmiatori a rimettere nel circolo economico i fondi tenuti fermi sui conto corrente. Ma solo a determinate condizioni.

La condizione prioritaria è che al momento di sottoscrivere il prodotto vengano versati, e vincolati per 360 giorni, almeno 1000 euro. La cifra ovviamente può essere incrementata, ma fino ad un massimo di 3 milioni di euro e con versamenti giornalieri da almeno 50 euro, o multipli di esso, per un massimo di 10 versamenti quotidiani.

Un prodotto giudicato dagli azionisti particolarmente interessante perché vincola cifre in maniera non stressata dalle oscillazioni del mercato e che, al tempo stesso, può essere facilmente svincolata sia allo sportello che dalle applicazioni ufficiali di Poste Italiane.