SMS truffa sui cellulari: ve ne accorgete da questo dettaglio

Ultimamente stanno circolando degli sms truffa ancora più difficili da riconoscere. Sembrano vere comunicazioni ufficiali, e invece…

Una persona mentre utilizza il proprio smartphone
Una persona mentre utilizza il proprio smartphone (Pixabay)

SMS truffa, quello che purtroppo da anni è un vero tormento per tanti di noi rappresenta anche di peggio per altri che purtroppo ci sono cascati. Purtroppo – e questo lo dicono le statistiche – almeno una volta capita a tutti di incappare in un qualche messaggio di natura malevola.

Sia esso un SMS truffa, sia sotto forma di e-mail o di messaggio pubblicitario sui social network, è decisamente molto facile entrare in contratto con delle situazioni controverse. Nelle quali noi siamo le vittime e gli ignari cyber criminali cercano di colpirci a caso con lo scopo di derubarci dei nostri risparmi.

Ci sono degli indizi anche molto evidenti per fortuna in grado di fare scattare i necessari campanelli di allarme. Possiamo individuare facilmente le comunicazioni truffaldine con le quali i malintenzionati cercano di fregarci. Cosa fare in tal caso?

Sms truffa, attenti a questa trappola

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Anzitutto vediamo come scoprire questi messaggi e non caderci. Molte volte è possibile notare degli errori di ortografia. Oppure degli artefatti grafici, con i quali vengono sfruttati i loghi di banche, di Poste Italiane oppure di questa o di quella assicurazione. E tante volte si fa riferimento a situazioni di emergenza, come un pagamento o la consegna di un pacco bloccati.

Ma non è tutto. Gli abili criminali informatici sanno sempre come fare per evolversi e per stare al passo. Ci sono casi nei quali a degli utenti è arrivato un sms sul cellulare con l’avviso di un pagamento da compiere, e con un link in allegato.

Tale link riportava ad un sito web che replicava alla perfezione quello della loro banca. E non poteva mancare la classica richiesta di inserire username e password. Quando c’è questo aspetto, quando è “la banca” a chiedere di inserire le vostre credenziali, quella sarà sempre e comunque un tentativo di truffa.

Le cose da fare sono assolutamente non rispondere e cancellare il messaggio. Ed eventualmente sporgere denuncia alla Polizia Postale.