Benzina, prezzario incredibile: le novità

Benzina, diesel e Gpl: cosa sta succedendo ai distributori. Intanto due ministeri hanno prorogato il decreto sui prezzi

Benzina
AnsaFoto

Fare il carburante resta un problema. Per tante famiglie è però impossibile non utilizzare l’auto e devono necessariamente affrontare la spesa alla pompa. Com’è noto da circa un mese il prezzo della benzina e del diesel si è stabilizzato su circa 2 euro a litro.

Da qualche giorno però c’è una buona notizia con la discesa sui prezzi per benzina e diesel. Sempre in salita invece il metano. Un alleggerimento di poco, la tariffa resta proibitiva per molti: la benzina in self service è a 1,984 euro al litro mentre il diesel nelle stesse modalità è a 1,938 euro al litro.

Il metano è registrato ora tra 2,054 e 2,343 euro al kg. Questi i numeri di Quotidiano energia. “Le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo ieri hanno chiuso con il meno sul diesel e stabili sulla benzina”. Eni riduce di ulteriori 2 cent la verde, Tamoil e Q8 di 2 cent entrambi i carburanti”. La media del diesel servito è 2,085 euro al litro. Per il Gpl il prezzo si attesta tra 0,826 a 0,842 euro al litro. Ancora n salita in metano che si colloca tra 2,054 e 2,343 al kg.

Benzina, prolungato il taglio delle accise

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Due giorni fa sono arrivate altre buone notizie. Possono sembrare sempre poca cosa rispetto alla situazione ma è meglio di nulla. Il ministro Transizione ecologica Roberto Cingolani e il titolare dell’Economia Daniele Franco hanno firmato un decreto congiunto che proroga il taglio delle accise.

Inizialmente era previsto fino al 2 agosto, ora lo sconto avrà valore fino al 21 agosto. Il decreto era atteso proprio per aiutare le famiglie nel periodo delle partenze per le vacanze estive. Saranno infatti milioni gli italiani che si sposteranno nelle settimanli centrali di agosto. Lo sconto è di circa 30 centesimi per ogni litro di benzina e gasolio. Per il Gpl è pari a circa 10 centesimi.

Fino a qualche settimana fa si parlava anche della proposta di porre un tetto massimo al prezzo della benzina. Ora con il governo dimissionario e le elezioni all’orizzonte, ogni iniziative legislativa è in dubbio così come tutte le altre opere in cantiere.