Bonus psicologo dal 25 luglio: come fare richiesta all’INPS

Bonus psicologo, è attivo il servizio per chi ha subito contraccolpi durante e dopo la pandemia: la procedura e i requisiti

Bonus psicologo
Pixabay

Il covid nel migliore dei casi ha condizionato in negativo la nostra vita, nel peggiore purtroppo l’ha distrutta. Ne ha risentito il corpo e anche la mente. Lunghi effetti sull’economia hanno messo a dura prova le nostre tasche. Siccome la base economica è una componente importante della nostra vita, se è precaria quella lo è anche la psiche.

Durante e dopo la pandemia gli effetti mentali sono stati devastanti poi, come se non bastasse, è arrivata anche l’attacco della Russia all’Ucraina. Oltre al rincari delle bollette energetiche, anche il timore di una guerra alle porte d’Europa.

Tra i tanti benefici che il governo ha previsto per aiutarci a uscire dalla crisi, c’è anche il cosiddetto Bonus psicologico, nome ufficiale Contributo per sostenere le spese relative a sessioni di psicoterapia. Dal prossimo 25 luglio sarà possibile chiederlo collegandosi al sito dell’Inps.

Sarà utile a sostenere le spese di assistenza psicologica per chi nel periodo della pandemia e della conseguenza crisi economica ha vissuto depressione, ansia, stress e fragilità psicologica.

Bonus psicologo, i tempi e i requisiti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Non è però aperto a chiunque poiché c’è un limite: possono fare domanda i cittadini che hanno un Isee non superiore ai 50mila euro. Parliamo comunque di una soglia molto alta e ciò consente a una platea ampia di cittadinanza di ottenere il beneficio. Per tre mesi si può chiedere il contributo: c’è tempo fino al 24 ottobre.

Alla scadenza l’Inps elaborerà le graduatorie di chi avrà diritto di accesso in base alle risorse disponibili. In base all’ordine di arrivo delle domenda, il bonus sarà erogato a partire dall’Isee più basso.

Nella circolare Inos n. 83 del 19/07/2022, l’Istituto ha spiegato quali sono istruzioni per presentare la domanda. SPID, CIE o CNS sono credenziali necessarie per poter effettuare l’istanza.

Per avviare la procedure della domanda bisogna collegarsi al sito dell’Inps e seguire il percorso Prestazioni e servizi, Servizi e poi Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche.

Ma c’è anche l’alternativa al sito. La domanda può essere presentata attraverso il servizio di Contact Center Multicanale, telefonando da rete fissa gratuitamente al numero verde 803.164 oppure da rete mobile al numero 06.164164. Nel secondo caso la telefonata è a pagamento in base alla tariffa applicata dai diversi gestori.