VHS e Betamax dal valore assurdo: se ve le trovate in casa, diventate ricchi

Nuova asta per VHS e Betamax dal valore assurdo: se ve le trovate in casa, diventate ricchi, ecco quanto valgono alcune.

vhs rare
foto di pubblico dominio

L’asta VHS e Betamax su ComicConnect.com presenterà nastri rari e ancora sigillati che potrebbero essere venduti per migliaia dal 29 agosto al 19 settembre. I collezionisti sono già a caccia dei pezzi più interessanti ed è probabile che questa nuova asta batta diversi record, abbastanza recenti, di vendita all’asta online di cimeli da collezione. Ma cerchiamo di capire perché questi vecchi VHS e Betamax, che noi abbiamo abbandonato in soffitta, possono avere valori assurdi. Partiamo dalle “origini” di quello che un tempo è stato uno status symbol.

Come mai VHS e Betamax hanno quotazioni che vi fanno diventare ricchi?

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

A partire dagli anni ’80, “vedere un film” ha assunto un significato completamente nuovo: invece di andare al cinema, ci si sedeva da soli o in compagnia su un divano, sgranocchiando popcorn. La rivoluzione dell’home video ha dato il via a un’era di attesissime nuove uscite: negli anni Novanta, c’erano le code per noleggiare un film in VHS. Trent’anni dopo, quei nastri Betamax (la cui storia è stata meno fortunata) e VHS stanno ottenendo molta attenzione ed entusiasmo nel mercato degli oggetti da collezione. Non solo fumetti e videogiochi, dunque, tra gli amatissimi oggetti da collezione.

Vincent Zurzolo, direttore operativo di ComicConnect, chiarisce che ovviamente non tutte le VHS e i Betamax hanno lo stesso valore: “Le videocassette sono state prodotte a decine di migliaia. Tutti le hanno guardate, rendendo rari i nastri sigillati, in particolare le copie delle prime stampe di successi cult o film di genere prima che diventassero celebri”. Insomma, perché una videocassetta sia considerata rara, il primo presupposto è che sia ancora sigillata. Lo scorso giugno, in un’asta online si sono superati i 30mila euro di offerta per le VHS ancora sigillate del primo episodio di Star Wars e di Terminator.

Nella prossima asta proposta da ComicConnect, troveremo una cinquantina di pezzi e alcuni fanno particolarmente gola: tra queste, c’è l’edizione del 1997 di “Scream” con Drew Barrymore nella rara edizione in scatola blu, poi ancora una prima stampa Betamax del 1986 di “Indiana Jones e il Tempio Maledetto” e copie promozionali dei cult “Pulp Fiction” e “Scream 2”. Zurzolo ha evidenziato il perché si cerchino copie sigillate: “È un’emozione possedere una videocassetta intatta e certificata. Quando ne possiedi una, ti riporta alla prima volta che hai visto il tuo film preferito”. Un venditore privato può intanto spulciare in cantina e scoprire se ha qualche rarità da piazzare.