Top news| Rimborso 730| Bonifico truffa| Gelato pagato col POS

Le nuove Top news della prima parte di questa settimana sul nostro sito: Rimborso 730| Bonifico truffa| Gelato pagato col POS.

top news bonifico bancario
foto Canva/Bonificobancario.it

Nella settimana che precede Ferragosto, Bonifico Bancario.it non va in vacanza e anzi vede i suoi numeri decollare: da lunedì 8 a giovedì 11 agosto sono stati quasi 160mila gli accessi sul nostro portale. I numeri migliorano di giorno in giorno e il nostro sito nel mese di agosto ha quindi già superato i 600mila accessi. Informazione di qualità e notizie più leggere continuano ad avere un meritato riconoscimento e di questo siamo grati soprattutto a voi lettori.

Le top news di Bonificobancario.it dall’8 all’11 agosto

LE NOTIZIE PIU’ VISTE DI QUESTI GIORNI:

In questi giorni, la notizia più letta riguarda un tema che interessa moltissimi italiani, ovvero la dichiarazione dei redditi. Non tutti pagano il giusto, ma c’è anche chi paga di più e quindi nei giorni successivi ad agosto sono previste due nuove tranche di rimborsi, che seguono quelli di ieri 11 agosto. Chiaramente, occorre ribadirlo, non tutti i cittadini che hanno presentato il 730 hanno diritto al rimborso, ma solo chi ha versato appunto più del dovuto.

Dalle notizie fiscali, passiamo a un argomento che interessa sempre più italiani, vale a dire le truffe informatiche. Una di queste è costata una cifra spropositata a un contribuente, vale a dire qualcosa come 170mila euro. Per fortuna della malcapitata vittima, il tutto si è concluso con l’arresto del truffatore, ma bisogna sempre ricordarsi di mettere in pratica tutta una serie di accorgimenti per non cascarci.

Grande attenzione dei nostri lettori ha infine catturato una vicenda divenuta virale sui social network e che riguarda l’obbligo per tutti gli esercenti di permettere il pagamento col POS. A qualcuno non va bene e così la blogger e giornalista Selvaggia Lucarelli ha “incastrato” un commerciante che ha messo la sovrattassa sul gelato del valore di 17 centesimi, che corrisponde a una maggiorazione del 3%. Quella del supplemento messo da alcuni commercianti è diventata una pratica che disturba molti clienti. Lo dimostrano anche le recenti recensioni negative che arrivano tramite Google e Facebook.