Multe, la città dove se ne fanno di più: incasso per 102 milioni di euro

Le multe per le amministrazioni locali sono una voce importante per le entrate: gli incredibili dati che arrivano dal Ministero dell’Interno

Pixabay

Paesi che in media per abitanti si contrano oltre 2mila multe per cittadino mentre grandi metropoli con 900mila residente, mette in cassa solo 27mila euro.

Sono discordanti i dati delle contravvenzioni delle città italiane che ha reso noto il Ministero dell’Interno. Il dicastero ha pubblicato i numeri che sono arrivati da ogni Comune. Ogni città, infatti, per legge entro il 31 maggio è tenuto a inviare a Roma tutte le informazioni riguardanti le contravvenzioni elevate nell’anno precedente.

In alcune realtà il controllo è più serrato, in altre è blando e diverso è l’atteggiamento dei cittadini verso le contravvenzioni: alcuni le temeno, altri se ne infischiano.

Emergono numeri davvero particolari. In alcune grandi città le amministrazioni fanno poca cassa dalle multe rispetto al numero di abitanti, al contrario di piccoli centri.

Multe, nel leccese oltre 2.300 per abitante

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Un esempio è Napoli, terza metropoli del paese, dove il Comune incassa appena 27mila euro dagli autovelox. Il primato delle contravvenzioni spetta a Milano. Nel capoluogo lombardo nel corso del 2021 l’incasso per le violazioni del Codice della Strada è di ben 102,6 milioni di euro, di cui 13 milioni grazie agli autovelox.

Dopo la città meneghina segue la capitale con 94,1 milioni di introiti, di cui 4,6 milioni proveniente dall’autovelox, e Torino con multe per 41,5 milioni di cui 5 milioni con i dispositivi elettronici.

Altre città come Bari, Perugia, Catanzaro e Campobasso non registrano alcun introito dalle multe elevate tramite i cotrollori elettronici della velocità.

Ben diversa la situazione in tante piccole realtà. A Colle Santa Lucia, piccolo Comune delle Dolomiti in provincia di Biella che conta meno di 360 abitanti, dagli autovelox sono giuntu più di mezzo milione di euro, ben 552mila.

Da sottolineare anche quanto è avvenuto in un altro piccolo Comune, a Melpignano. Nel piccolo centro leccese di 2.135 abitanti, sono entrate nelle casse grazie agli autovelox quasi 5 milioni di euro. Rapportato al numero dei residenti, la media è di oltre 2.300 multe per abitante.