Bonus scuola 300 euro, scadenza 21 settembre: chi può ottenerlo

Bonus scuola 300 euro: un aiuto concreto alla famiglie che devono affrontare nuove spese a partire da settembre

Bonus scuola
Pixabay

Da mesi sappiamo che l’autunno sarà caldo dal punto di vista economico. Sono annunciati i rincari (già in corso) ancora più pesanti di luce e gas. Ma con la diminuzione delle ore di luce e l’abbassamento delle temperature, consumeremo tutto più gas e corrente elettrica, appesantendo di non poco le bollette.

Oltre a ciò, le famiglie italiane che hanno i figli in età scolare devo afforontare anche le spese per tutto ciò che concerne la frequenza degli istituti. Come ogni anno a settembre sono previste altre spese per garantire ai propri figli tutti gli strumenti necessari per la propria istruzione.

Molti utilizzarenno i soldi erogati dall’Inps nell’Assegno Unico e universale. Per chi percepisce il massimo, per ogni figlio a carico dal settimo mese di gravidanza ai 21 anni di età, sono previsti 175 euro. Da gennaio 2023 è previsto anche un aumento di circa 15 euro, portando dunque il massimale a 190 euro a figlio.

Bonus scuola 300 euro: come funziona

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma oltre agli aiuti statali ci sono anche quelli locali. Occhio quindi ai bandi regionali e comunali. Sui siti delle istituzioni ci sono le informazioni ma non tutti gli enti adottano misure del genere e se fosse gli importi variano.

Può essre d’aiuto un Caf, il Centro d’Assistenza Fiscale, al quale chiedere se in base al proprio Isee, si possono ottenere delle agevolazioni o sconti.

L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente, infatti, è lo strumento indispensabile per accedere agli aiuti. In base agli importi stabiliti, chi rientra in detti paramentri può presentare le domande.

Per quanto riguarda gli enti locali che vanno in soccorso delle famiglie che devono afforontare le spese scolastiche, il Comune di Firenze fa la sua parte. Le famiglie residenti nel capoluogo toscano conn Isee non superiore a 15.748,78 euro possono fare richiesta del bonus per comprare materiale didattico.

Il bonus può arrivare a 300 euro ma bisogna fare la richiesta entro il 21 settembre 2022. Oltre alla residenza, tra i requisiti c’è l’iscrizione a una scuola media o superiore statali e paritarie o a percorsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) accreditata presso un’agenzia formativa che si trova nel territorio regionale.

La domanda, da inviare entro le ore 13 del 21 settembre, deve essere inviata esclusivamente a questo indirizzo web, il servizio online disponibile nella rete civica del Comune di Firenze.