Affitta casa a Bologna, parte il bonifico ma la casa sparisce

Affitta casa a Bologna ma poi si perdono le tracce di chi ha incassato i soldi. Non è un caso unico: “Già noto alle forze dell’ordine”

Bologna (foto Pixabay)

Trovare case in alcune città italiane non è per nulla facile. Anche se si tratti solo di stanze, la situazione non cambia. Lo sa bene chi va a Bologna per studiare o lavorare. Il capoluogo emiliano è una città viva, soprattutto per via dell’Università.

Ma in ogni settore che c’è richiesta, c’è chi cera di approfittarne e organizza delle truffe. Proprio a Bologna il caso di una ragazze di 27 anni. La storia la racconta Il resto del Carlino.

La giovane vive in città già da tempo poiché si era traferita proprio per studi. Al quotidiano ha ricostruito quato successo. Come tante persone in cerca di una nuova casa, si era affidata al web e sulla pagina Facebook Cerco casa in affitto a Bologna aveva trovato un annuncio interessate.

L’appartamento è in via Corticella. Ha contattato l’inserzionista per un appuntamento. Come avviene in tutti questi casi, la 27enne ha preso visione dell’appartemento ritenuto “molto funzionale”. Per dimensioni e prezzo, ha spiegato, ha deciso di prenderlo in affitto.

Affitta casa a Bologna e resta truffata: la polizia conosce il responsabile

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma da quel momento le cose sono precipitate e l’inserzionista-truffatore ha messo in atto il suo piano. È luglio e i due si sono incontrati una seconda volta per la caparra. Come da accordo, la giovane dà 1.300 euro. Si sarebbero dovuti rivedere ai primi di agosto perché dal 10 in poi la la casa sarebbe stata disponibile.

Ottenuto i soldi l’inserzionista scompare. Non è più possibile prendere contatti con lui. A questo punto l’affittuaria raggirata decide di rivolgersi alla polizia per denunciare tutto. Quando va in Questura ci sono anche altri tre ragazzi che hanno avuto la sua stessa brutta esperienza.

La polizia risponde tutti allo stesso modo quando viene fatto il nome della persona a cui hanno dato i soldi: è una persona già nota. Un truffatore seriale già denunciato, noto alle forze dell’ordine ma che continua comunque a raggirare le persone.

Al Resto del Carlino aggiunge un dettaglio particolare. La ragazza dice di aver saputo che quando il truffatore viene a conoscenza che il truffato vuole sporgere denuncia, non solo propone di restitutire i soldi ma aggiungendo una cifra più alta. “A me non interessa”, ha detto. “È un delinquente e per colpa sua tante persone sono in difficoltà.