La tassa sul traffico: paghi per entrare in centro, sono 25 euro al giorno

La tassa sul traffico è un modo per cercare di disincentivare i cittadini a usare i mezzi di trasporto privati

Pixabay

Avere una macchina è un vero e proprio lusso oggi. Assicurazione, tassa di possesso, bollo, manutenzione, eventuali rotture: sono tante le spese a cui far fronte.

Negli ultimi mesi quella che ha attirato attenzioni più di tutte è il caro carburante. A causa delle guerra il prezzo per rifornirsi al distributore è aumentato un po’ ovunque in tutto il mondo.

Tanti cittadini stanno scegliendo altre vie. È sempre più diffusa la necessità della mobilità ecologica, meno inquinante per il pianeta e più leggera per le nostre tasche.

Il traffico è un problema che da decenni affligge le più grandi città del mondo. Colpa del cittadino che usa l’auto anche per uno spostamento di distanza ravvicinata, ma anche delle istituzioni perché in alcuni casi costringono al ricorrere al mezzo privato poiché sono deficitarie le reti di trasporto pubblico.

Il traffico inquina, fa male alla salute e abbassa il livello di vivibilità del luogo. Infatti qualcuno ha ben pensato di far pagare una tassa sul traffico.

La tassa sul traffico: si paga per entrare in centro

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Sono due i modi utili a incentivare le persone a fare le cose: elargire un bonus o, al contrario, far pagare se non si ha il comportamento sperato. Per la mobilità negli ultimi anni si sta facendo tanto, pensiamo all’Italia che sta dando contributi a chi compra auto elettriche o bici in città con almeno 50mila abitanti.

la tassa sul traffico
Pixabay

Ma come detto c’è anche il suo contrario e sta pensando di adottarlo la città di New York. Molte volte nei film abbiamo visto lunghe colonne di taxi gialli fermi nelle strade della grande città. Ora si sta pensando di introdurre una tassa legata al traffico che può costare 23 dollari al giorno.

L’idea è di addebitare un pedaggio variabile giornaliero sulle auto che entrano all’interno della zona tra la 60esima strada e Battery Park. Anche Londra ha introdotto qualcosa di simile nel lontano 2003 ma New York sarebbe la prima grande città ameriana a introdurre una misura simile. Nelle ore di punta si potrebbero pagare da 9 a 23 dollari, mentre di notte massimo 5 cinque dollari.