Riceve per errore un bonifico da 10 milioni e compra casa

Una donna riceve per errore un bonifico da 10 milioni e compra casa: dovrebbe restituirli, ma come si fa a rintracciarla.

bonifico 10 milioni
foto da Pixabay

La piattaforma Crypto.com ha fatto un’errore incredibile e a quanto pare se ne è accorta troppo tardi. Sono infatti passati sette mesi da quando ha erroneamente trasferito 10,5 milioni di dollari a una donna. Questa invece avrebbe dovuto riceverne solo 100. Fatto sta che una volta che l’errore è stato scoperto, la donna sarebbe tenuta a restituire quella cifra. Ma non sorprende affatto che quei soldi, che hanno viaggiato in Rete, sono stati già investiti e non solo. Difatti, risulta molto complesso recuperarli.

Un bonifico da 10 milioni arriva per errore e lei non si fa scappare l’occasione

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

I fatti risalgono a diversi mesi fa, ma diventano noti adesso anche perché si sta davvero facendo difficile il recupero della somma restituita alla donna: a dicembre 2021, la piattaforma di scambio di criptovalute ha scoperto di aver erroneamente versato una cifra enorme all’australiana Thevamanogari Manivel. La donna di Melbourne, qualche mese prima, nel maggio 2021, aveva richiesto un rimborso spettante per l’investimento fatto in criptovalute. Rimborso che però era solo di 100 dollari.

A quel punto è scattato l’allarme e la grossa società che commercia in criptovalute e che ha tra i suoi testimonial Matt Damon ha provato a correre ai ripari. Immediatamente ha bloccato l’account della donna, ma non è servito a nulla. A quanto pare, infatti, in sette mesi la donna aveva pensato bene di investire quasi interamente il denaro che le era stato bonificato per sbaglio. 10 milioni di dollari sono senza dubbio una cifra altissima e tra i primi acquisti che la donna ha potuto fare, c’è la casa dei suoi sogni.

Da quanto si è appreso, infatti, 1,35 milioni di dollari sono stati investiti dalla fortunata in una proprietà con quattro camere da letto a Cragieburn. La donna ha però fatto le cose “perbene” e si è mossa per poi intestare quella villa alla sorella, che vive in Malesia. Pare inoltre che gli avvocati di Crypto.com non riescano a mettersi in contatto con nessuna delle due sorelle. La corte suprema del Victoria ha emesso una sentenza a favore di Crypto.com, che potrebbe riuscire a risultare proprietaria della casa e a venderla.