Facebook, WhatsApp e Instagram: nuovi servizi presto a pagamento

Sono le app più usate al mondo, Facebook, WhatsApp e Instagram: ora Meta mette i servizi a pagamento e costano cari.

facebook instagram whatsapp pagamento
foto pubblico dominio

Da Whatsapp a Instagram e Facebook sono i siti e le app più utilizzati al mondo: le persone usano molto le loro funzionalità e finora lo hanno fatto tranquillamente gratis. Quello che però sta per succedere è una notizia che non piacerà a molti. Sia chiaro, già oggi chi usa queste app per affari sa di dover investire una certa somma di denaro per avere dei servizi che non sono gratuiti. A breve, anche i comuni utenti potrebbero però dover fare i conti con delle funzionalità a pagamento.

Servizi a pagamento per Facebook, WhatsApp e Instagram: cosa sta per accadere

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

La società madre di questi siti di social media, Meta – il cui maggior azionista è come noto Mark Zuckerberg – potrebbe presto offrire alcune funzionalità agli utenti pretendendo denaro. Ora l’azienda sta lavorando anche su questo a quanto pare e la “minaccia” di servizi a pagamento, già emersa più volte in anni passati, potrebbe davvero essere concreta. In sostanza, il gigante dei social media sta creando una nuova gamma di prodotti il ​​cui obiettivo sarà quello di portare avanti funzionalità a pagamento su Facebook, Instagram e WhatsApp.

Il comparto aziendale che lavorerà a questo tipo di proposta sarà guidato da Prati Roy Chowdhury, che in precedenza era il capo della ricerca di Meta. Occorre chiarire che oltre al fatto che già su Meta esistono servizi a pagamento, la stessa filosofia di creare sempre più servizi a pagamento è alla base di molte altre realtà simili. Risulta infatti sempre più difficile pensare a un mondo dei social media che possa sostenersi soltanto con la pubblicità. Ora si ritiene che Meta possa anche fornire alcune funzionalità simili sulle sue diverse piattaforme.

La nuova divisione commerciale del gruppo Meta, a quanto pare, si chiamerà New Monetization Experiences, un nome che è tutto un programma. Tuttavia, non è ancora noto come e su quale piattaforma verranno fornite le funzionalità. Quel che al momento è certo è che la società è impegnata ad aumentare la propria attività pubblicitaria e non prevede di offrire agli utenti la possibilità di disattivare gli annunci pagando denaro. Sui cambiamenti nel colosso dei social media si è espresso in un’intervista John Hegeman, Head of Ads and business Products di Meta, che ha confermato quanto starebbe per accadere.