Telecamere che fanno le multe: ecco come riconoscerle

Telecamere che fanno le multe, sono sempre di più nelle nostre città: alcune si possono individuare facilmente

Foto Facebook

Rispettare il Codice della Strada non è solo un obbligo per evitare le multe. Dimentichiamo che quando siamo alla guida di un mezzo, qualsiasi esso sia, abbiamo “un’arma” che può far molto male sia a noi che agli altri.

Le amministrazioni comunali provano in tutti i modi a far rispettare le regole e punire chi non lo fa. Quando le risorse economiche lo consentono, installano le telecamere.

Vediamo quali sono, come si riconoscono. Il fine di quanto segue non è evitare di prendere le multe, indicare dove va rispettato in Codice della Strada che ovviamente va applicato ovunque. Al contrario, indicare dove bisogna comportarsi come la legge prevede è importante per abituare (anche se dovrebbe essere obbligatorio) rispettare le norme anche anche quando non ci sono le telecamere.

Ribadiamo, il rispetto delle norme della sicurezza stradale è fondamentale a evitare incidenti. Le multe si possono pagare, i danni fisici sono molto più seri.

Telecamere che fanno le multe ai semafori: come notarle

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Si chiama T-Red il sistema di videosorveglianza che controlla gli incroci. Solitamente le telecamere sono installate dove ci sono i semafori. Una delle norme della strada più frequentemente ignorata è non fermarsi all’incrocio quando il semaforo è giallo. Ricordiamo che chi sta impiegando il crocevia con quel colore, deve fermarsi perché tra poco diventerà rosso.

Telecamere che fanno le multe
Foto Facebook

Allo stop, da rispettare quando il semaforo è rosso, c’è sempre la linea bianca, un rettangolo. Altra infrazione che spesso si commette è oltrepassarla o fermarsi sopra. La regola vuole che mentre si sta fermi, in attesa della luce gialla, bisogna stare al di qua della barra di stop. Ebbene, superarla e fermarsi fa scattare la multa quando ci riprende la telecamera.

Ma come riconoscere queste telecamere? Quando sui semafori si intravedono dei piccoli dispositivi, si tratta proprio dei dispositivi del sistema T-Red. Controllano proprio chi passa con il rosso, il giallo o se si supera la linea bianca. Praticamente sono calibrate per segnalare tutte le infrazioni che il Codice della Strada prevede per il semaforo.

All’interno del sistema ci sono più telecamere con sistema a colori per scovare le infrazioni del semaforo, dunque il passaggio con il giallo e il rosso, e l’altro a infrarossi che serve per segnalare le targhe in transito.