Come si apre un conto deposito online

Conto deposito online, cos’è, qual è la differenza rispetto al tradizionale e quali sono i vantaggi di associarlo

conto deposito
Adobe

Oltre al conto corrente tradizionale esiste un altro, il conto deposito. Come si può immaginare dal nome è uno strumento di risparmio appoggiato al tradizionale (è possibile agganciare ad esso fino a tre conti correnti). Chi lo apre può versare e prelevare liberamente tramite bonifico somme con un rendimento a basso rischio.

Molti scelgono questa via soprattutto in un periodo così difficile per l’economica, cercando di tenere a riparo i propri soldi dall’inflazione.

Esistono due tipi di conto deposito, libero o vincolato, intestato fino a un massimo di tre persone. Nel primo caso gli interessi vengono accreditati ogni tre mesi.

Il conto deposito vincolato, invece, prevede di immobilizzare la somma per determinati periodi, da 3 a 60 mesi. I tassi di interesse sono più alti in base a quanto è lungo il periodo di vincolo prefissato.

E se il titolare avesse bisogno di soldi per un imprevisto? Si può prelevare in modo anticipato la somma ma il tasso d’interessa applicato sarà quello di base.

Conto deposito online, come funziona

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Esiste però anche il conto deposito a zero spese. È il Conto Deposito Santander Consumer Bank che non prevede alcuna spesa di apertura né di gestione. Le spese si riducono alle imposte sugli interessi relativi alle somme depositate e a quelle relative al bollo. Se parliamo del conto deposito vincolato, qualora sia richiesta la liquidazione anticipata delle somme depositate, si perdono gli interessi maturati.

Perché dunque conviene aprire un conto deposito? Quello della Santander Consumer Bank si può aprire facilmente da casa connettendosi online da qualsiasi strumento, pc o smartphone. Per prima cosa si può simulare il rendimento e dunque scegliere il prodotto.

Nel caso le proposte della banca piacciano, si procederà all’apertura vera e propria con inserimento del documento di identità, del codice fiscale e dell’IBAN del conto corrente di appoggio. Gli interessi cominceranno a maturare da subito, appena sarà effettuata la firma e il primo versamento.