Nuovo Bonus occhiali da vista: ISEE e rimborso

Una bella notizia anche per tutti coloro che non godono di una buona vista. Vediamo, nel dettaglio, come ricevere il sostegno economico.

Bonus occhiali da vista isee rimborso
Occhiali da vista (Pexels)

In questo quadro socioeconomico piuttosto turbolento nel quale svariate famiglie italiane stanno affrontando non poche difficoltà, come sappiamo, già il precedente Governo aveva tentato di dare qualche aiuto.

In particolare, ci stiamo riferendo ai cosiddetti bonus che possono servire, almeno in parte, a tamponare un po’ questa situazione preoccupante.

Vedremo, dunque, se anche il nuovo esecutivo, capitanato dalla premier Giorgia Meloni, procederà in questo senso e se peraltro verranno effettuate le riforme che sono state promesse durante la campagna elettorale che si è tenuta in vista delle elezioni politiche del 25 settembre scorso.

Certo, al momento, lo abbiamo visto, sono stati già erogati diversi sostegni economici, e, soltanto per menzionarne qualcuno, possiamo ricordare il bonus trasporti, adatto di sicuro a tutti coloro che si spostano quotidianamente con i mezzi pubblici.

Ma, poi, ancora, il voucher per i lavoratori dipendenti e gli autonomi, il bonus bollette e l’Assegno Unico e Universale per chi ha figli a carico.

Insomma, a quanto pare, ce n’è per tutti i gusti. Comunque sia, di recente, sembra proprio che ci sia una buona notizia anche per quei cittadini che si trovano nella condizione di dover acquistare un paio di occhiali o delle lenti a contatto.

Il Garante della privacy, a tal proposto, ha concesso, quindi, la proposta del contributo una tantum pari a 50 euro. La scadenza prevista per avere diritto a questa cifra, quindi, è stata decisa per il prossimo 31 dicembre 2023.

I dettagli del voucher

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

In particolare, gli aventi diritto devono poter dimostrare un ISEE inferiore ai 10 mila euro. E, la procedura per fare domanda, è ancora una volta, decisamente semplice.

Anzitutto, ci si deve collegare alla piattaforma idonea per ricevere tale contributo, quella, quindi, del Ministero della salute.

Si immetteranno, poi, a vostra discrezione, le credenziali di Spid, Cie o Cns, cioè rispettivamente, per esteso, Sistema pubblico per la gestione dell’identità digitale, Carta di Identità Elettronica e Carta Nazionale dei Servizi.

Così, naturalmente, coloro che hanno tutti i requisiti richiesti, quindi, potranno ricevere il voucher in questione proprio tramite l’applicazione web.

È altresì importante ricordare che i cittadini che, invece, avevano già acquistato in precedenza un paio di occhiali o una o più scatole di lenti a contatto, potranno godere di un rimborso, mostrando le coordinate Iban e la copia della fattura.