Limite contanti: le nuove regole del Governo Meloni

Limite contanti, la discutere la proposta dell’esecutivo di centrodestra: le ragioni e le reazioni delle opposizioni

Screeshot video

La proposta della Lega di innalzare il limite all’uso dei contanti da 2mila a 10mila euro è ora ufficiale. Il partito in una nota ha fatto sapere di aver depositato il progetto di legge. Una “proposta di buonsenso della Lega, in linea col programma del centrodestra e con altri paesi europei: meno burocrazia, più libertà”. Queste le parole utilizzate dal segretario della Lega Matteo Salvini e nuovo vicepremier su Facebook.

Il senatore di FdI, Giovanbattista Fazzolari, uscendo da palazzo madama ha dichiarato che l’aumento del tetto è un’idea da sempre sostenuta da Fratelli d’Italia e che la misura sarà contenuta già nella Legge di Bilancio. “Non ha nessun collegamento con la lotta all’evasione”, ha affermato.

A proposto di tasse, ha aggiunto che ci sarà una “tregua fiscale” e chi ha sempre pagato correttamente lo farà sempre meno rispetto a chi non ha mai pagato. Il prossimo step in programma dovrebbe essere (condizionale d’obbligo) portare la soglia a 1.000 euro ma vista la proposta ciò pare che non avverrà.

Limite contanti: tante modifiche negli ultimi dieci anni

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Nel corso degli anni la soglia è cambiata varie volte. Nel 2008 era fissata a 12.500 euro, scesa a 10mila nel 2010. L’anno successivo ecco l’arrivo a Palazzo Chigi a novembre di Mario Monti che porta a soglia a 1.000 euro. Con Renzi nel 2016 sale a 3.000 euro.

Nel 2022 una modifica inserita nel decreto Milleproroghe mette in vigore il limite attuale, 2mila, con dimezzamento a 1.000 dal 1 gennaio 2023 ma, come detto, vista la proposta della maggioranza, salirà repentinamente a 10mila.

Le opposizioni si sono già dette contrarie alla proposta. “È in totale controtendenza con quanto deciso in questi anni in Italia e in gran parte dei Paesi europei per ridurre progressivamente l’uso del contante e spingere la tracciabilità dei pagamenti e la lotta all’economia sommersa”, ha detto il responsabile economico del Pd Antonio Misiani.

Franco Mirabelli, vicepresidente del gruppo del Pd, ha sottolineato che se la legge venisse realizzata, sarà difficile controllare i flussi di soldi, favorendo l’evasione fiscale e il reato di riciclaggio.

“La linea di politica fiscale di Salvini è nota fin dall’inizio: evasione, condoni e ognuno si faccia i fatti suoi…”, ha detto il leader di Azione Carlo Calenda, definendo la proposta una stupidaggine.

Come funziona all’estero

Negli altri paesi Ue le soglie sono diverse. Si va dalla Grecia che l’ha posta a 500 euro a chi non ce l’ha. In Svezia, ad esempio, non c’è limite ma il commerciante può rifiutare di ricevere l’equivalente di oltre 2mila euro di euro. Stessa regola in Danimarca ma a 2.500 euro. Nessun limite neanche in Germania ma si si paga con più di 2mila euro in contanti bisogna esibire un documento di riconoscimento.