Bolletta più leggera senza spendere una fortuna

Bolletta più leggera, è possibile spendendo davvero poco per avere benefici a lungo termine: ecco come fare senza rinunce

Pexels

Sono varie le azioni che ci consentono di spendere di meno in bolletta. Uno di queste è sicuramente il sacrificio, ad esempio, di accendere la luce in casa proprio quando è strettamente necessario e non appena la luce naturale diminuisce.

Un altro fronte è quello dell’efficientamento della nostra abitazione. Un’operazione da compiere tempo fa su input delle istituzioni con bonus e incentivi quanto l’emergenza non era ancora tale, così da aver comodità e risparmio fin da adesso.

Chi è stato lungimirante oggi sente di meno gli effetti della guerra in Ucraina. Il vero cambiamento ci sarà infatti quando a prescindere dai prezzi si penserà che è fondamentale gestire bene l’energia. Un esempio? Chi ha badato a coibentare casa in tempi non sospette oggi ha un grande vantaggio.

Bolletta più leggera con la coibentazione: costi contenuti

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Infissi con doppi vetri aiutano il caldo a uscire di meno d’inferno così come il fresco d’estate. Ovviamente ci sono dei costi da sostenere per questi interventi ma il vantaggio sarà a lungo termine con bollette più economiche ed energia che non viene sprecata.

Senza spendere troppo, basterà avere cura della casa con piccoli lavori da effettuare man mano, in base al nostro budget disponibile.

Si può valutare anche di coibentare le stanze con pareti di cartongesso: un metodo più veloce rispetto al lavoro in muratura, meno inquinate e più pulito. Prendiamo l’esempio dell’estate, con una parete in più, uno “strato” maggiore nella stanza, d’estate entrerà meno calore e risparmieremo sull’accensione del ventilatore o climatizzatore.

Molte aziende fanno preventivi gratuiti quindi chiedere non costa nulla. I panelli solari costano ancora tanto ma i prezzi sono comunque calati rispetto a qualche anno fa. Si può anche cominciare comprando un piccolo pannellino mobile per illuminare ad esempio solo pochi punti luce della casa: si tratta comunque di un piccolo risparmio in attesa di poter dotare tutta la casa dell’energia rinnovabile.