Perché Cicciogamer89 è finito nei guai col fisco

CiccioGamer89 ha costruito un grande patrimonio: di cosa è accusato il giovane che è diventato punto di riferimento per gli amanti dei giochi

Cicciogamer89
Cicciogamer89 (screenshot video)

Chi fa video sui social guadagna così tanto? La vicenda  – tutta da chiarire – che riguarda CiccioGamer89 dà una risposta positiva. All’anagrafe Mirko Alessandrini, youtuber romano con oltre 3 milioni di followers, negli ultimi cinque anni non ha dichiarato i redditi al Fisco. Una mancanza che gli può costare molto cara.

Chi fattura molto, deve tanto allo Stato: il Fisco ora gli contesta oltre 1 milione di euro. Delle indagini se ne stanno occupando i finanzieri del comando provinciale di Roma con denuncia alla Procura della Repubblica della capitale.

L’ipotesi di reato è omessa dichiarazione dei redditi e dell’Iva poiché sono state superate le soglie minime di punibilità previste dalla legge tributaria.

Le attenzioni delle Fiamme Gialle del primo Nucleo Operativo Metropolitano si sono concentrare oltre che sulla persona di Alessandrini anche sulla società al lui riconducibile.

L’indagine della GdF su Cicciogamer89: cosa gli contestano

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Il lavoro preciso della Guardia di Finanza ha ricostruito il fatturato del 33enne, dalla società e dei contratti di partnership stipulati con il colosso multimediale Google Ireland.

L’analisi ha portato ad appurare che c’è stato un omesso versamento di imposte dirette per oltre 400mila euro mentre quella dell’Iva si aggira sui 160mila euro.

I bonifici sono quindi arrivati anche dall’estero. Sono i compensi della banner impression, ossia la visualizzazione della striscia pubblicitaria sul proprio canale YouTube che per il banner click-through, l’apertura della pagina pubblicizzata.

Chi è CiccioGamer89

Ha cominciato a pubblicare contenuti sui videogiochi dal 2012. Oggi ha un pubblico di oltre 3 milioni di persone su YouTube. Ovviamente non mancano altri sociale con 1,4 milioni di follower su Instagram.

Una vera svolta per la sua visibilità fu una sera del 2019 quando fu nominato in una puntata del programma di approfondimento politico DiMartedì. Nello studio era in corso una discussione sul tema giovani e lavoro tra il giornalista Gianluigi Nuzzi e l’ex ministra del Lavoro Elsa Fornero in collegamento. Il primo chiese alle seconda se conoscesse chi fosse CiccioGamer e l’ex ministra ammise di non conoscerlo.