Assegno Unico INPS: i dati sono una beffa, quanto si prende per figlio

Assegno Unico INPS, l’ente previdenziale ha reso noto i numeri: cosa dicono e quali sono le differenze regionali tra Nord e Sud

Adobe

L’Assegno Unico e Universale sarà ancora una colonna portante nell’economie di milioni di famiglie italiane. Nella nuova Legge di Bilancio il governo ha confermato la misura, ampliandola. Al momento sono previsti 175 euro per ogni figlio minore a carico per nuclei familiari che hanno un Isee di massimo 15mila euro.

La nuova legge prevede un 50% in più per il primo anno di vita e 50% per tra anni per le famiglie considerate numerose, ossia con tre figli a carico.

Assegno Unico INPS, i numeri dell’osservatorio

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Nel frattempo è stato pubblicato l’Osservatorio statistico sull’Assegno che prende in considerazione i dati dati relativi alle domande presentate nel periodo che va da gennaio a settembre 2022 e ai pagamenti relativi al periodo marzo settembre. Nel terzo mese dell’anno infatti sono stati erogati i primi assegni.

A Nord più assegni ma con cifre più basse

All’Inps sono arrivate 5.982.892 domande relative a 9.176.144 figli. Considerando settembre, il 47% dei figli raggiunti dalla misura sono al Nord ma con Isee più alti. Al Sud meno beneficiari, al 34%, ma con assegni più consistenti perché i redditi e dunque gli Isee sono più bassi.

L’importo più basso si registra nella Provincia autonoma di Bolzano dove per ogni figlio l’assegno mensile è pari a 133. Il Calabria invece il valore più alto con mediamente 167 euro a figlio.

Per quanto riguarda invece i percettori del Reddito di Cittadinanza (che nel 2023 per effetto delle nuova legge sarà solo di 8 mesi prima dell’abolizione nel 2024), le integrazioni dovute al riconoscimento dell’Assegno unico portano a una spesa complessiva di 406 milioni di euro. Mediamente vengono erogati a circa 349.291 nuclei al mese per i titolari di RdC. Ogni mesi l’integrazione è di circa 166 euro al mese.

Sono numeri che danno idea di quante persone ogni mese trovano ossigeno grazie a questi aiuti che si rivelano sempre più essenziali soprattutto ora che l’inflazione galoppa.