Riduzione sconto sulla benzina: quanto costa agli italiani

Sembrerebbe, secondo quanto è riportato dal nuovo decreto, che ben presto gli automobilisti avranno una brutta sorpresa.

riduzione sconto benzina
Distributore di benzina (Pexels)

Al giorno d’oggi, possedere o no un’automobile fa di certo la differenza. D’altra parte, tutti coloro che non vivono in luoghi ben serviti dai mezzi pubblici, diventa una vera e propria necessità avere un proprio veicolo personale.

Non soltanto, quindi, per recarsi sul posto di lavoro, ma anche per gli altri impegni quotidiani, come, per esempio effettuare gli acquisti al supermercato o per degli svaghi.

Ma, a dire il vero, un’auto non è di certo una passeggiata in quanto a costi. In effetti, oltre all’assicurazione, il bollo e le varie revisioni, mantenerla non è sicuramente economico. Senza contare, poi, le spese aggiuntive derivanti, per esempio, da un improvviso malfunzionamento.

Inoltre, in questo ultimo periodo, forse principalmente a causa del conflitto bellico tra Russia e Ucraina, come purtroppo si sono accorti gli automobilisti, il prezzo della benzina è salito a vista d’occhio.

Una dinamica che, peraltro, ha comportato all’abbassamento del potere d’acquisto anche in altri ambiti. Tuttavia, il precedente Governo, se rammentate, aveva cercato di tamponare questa situazione allarmante perlomeno attraverso il taglio delle accise sul carburante.

La decisione del governo Meloni

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Da non dimenticare, inoltre, che, per alcune categorie di lavoratori, è stato programmato anche il cosiddetto Bonus Benzina.

Comunque sia, al di là di queste misure, al momento, sembra che una recente decisione da parte dell’esecutivo capitanato da Giorgia Meloni molto probabilmente non farà felice chi si muove spesso con la propria auto.

E, a dirla tutta, pare proprio che si vedranno ben presto gli effetti di questa scelta. In particolare, secondo fonti attendibili, sembra che, a partire dal prossimo dicembre, lo sconto sui prezzi del carburante verrà diminuito.

Così, stando a quanto scritto nella bozza del nuovo decreto, ciò sta a significare che se, per ora, si può beneficiare di uno sconto, per l’esattezza, di 30,5 centesimi, prossimamente invece potremmo godere soltanto della metà di questa riduzione che, a quanto pare, si attesterà sui 18,3 centesimi.

Alla luce di questa modifica, quindi, non poteva che non intervenire il Codacons. A tal proposito, Carlo Rienzi, nonché presidente della nota associazione, ha rimarcato con decisione che tale mossa avrà delle pesanti conseguenze sul portafoglio degli italiani.