Perché le immagini di Rihanna ai mondiali sono una truffa

Rihanna al mondiale in Qatar? Il popolo del web ingannato dalla foto che sta facendo il giro dei social: di cosa si tratta

Rihanna
Screenshot video

Qualsiasi sia il risultato finale degli inediti mondiali di calcio in autunno nell’emisfero Nord, passeranno alla storia anche per tanto oltre, oltre a segnare il nome della nazionale che alzerà al cielo l’ambita Coppa del Mondo. Tra proteste dei calciatori, simboli in campo e polemiche contornanti, non mancano le fake news che riguardano i personaggi noti.
Una di queste coinvolge la cantante Rihanna rimasta invischiata in una storia tra il vero e il falso.

Tutto ruota attorno alla sua presenza o meno in Qatar. O meglio, la presenza dell’influencer brasiliana Priscila Beatrice nota a tutti come la sosia della cantante. La somiglianza pazzesca ha confuso molte persone e sul web sono circolare delle immagini che facevano pensare si trattasse prima della vera Rihanna, poi della sosia, ma a quanto pare non è vera né la prima cosa né la seconda.

Rihanna in Qatar, è lei o no?

L’immagine ritrae l’artista di fama mondiale spettatrice a una gara della più grande manifestazione calcistica. Sul collo ha disegnato la bandiera del Brasile. Mentre molti hanno segnalato che non era lei ma appunto l’influencer che tanto le somiglia, si è poi scoperto che neanche Priscila Beatrice è nel Paese arabo per assistere alla manifestazione.

Si tratta di un fotomontaggio? Una montatura ad hoc? Nulla di tutto ciò. La foto è reale e anche il contesto, ossia una partita di calcio, ma di 8 anni fa. La prima verità è che l’influencer in questo caso non c’entra assolutamente nulla poiché si tratta realmente di Rihanna. L’immagine non arriva da Qatar ma dal Brasile del 2014, in occasione della semifinale che i padroni di casa persone pesantemente per ben 1-7 contro la Germania.

Insomma, ancora un esempio per capire come basta poco far credere qualsiasi cosa a qualcuno. Ciò avviene con un episodio minore come in questo caso e c’è solo da immaginare quali siano gli effetti per questioni politiche e molto più importanti.