Nuovo Bonus Bollette: misura forfettaria per questi residenti

Nuovo Bonus Bollette, cosa prevede la legge approvata e chi sono i beneficiari che possono usufruirne in questo periodo di crisi

Pexels

In questi mesi sono sempre più necessari gli interventi a favore delle famiglie che hanno grandi difficoltà a pagare le bolletta. Tanti sono i bonus statali e alcuni sono stati prorogati dal governo Meloni nella Legge di Bilancio 2023.

Su questo punto in intervento in particolare è l’estensione del bonus sociale che prevede lo sconto automatico in bolletta. Era previsto per le famiglie con Isee massimo di 8mila euro, Draghi lo aveva aumentato a 12mila e ora è salito a 15mila, allargando la platea di circa 500mila nuclei familiari.

Nuovo Bonus Bollette, a chi è rivolto

LE NOTIZIE IMPORTANTI DA NON PERDERE OGGI:

Ma oltre allo Stato fanno tanto anche gli enti locali come le Regioni. È il caso delle Marche dove la giunta ha stanziato 100mila euro a favore delle famiglie indigenti o che hanno componenti che vivono in gravi condizioni di salute.

È una legge che va proprio ad integrare il bonus sociale elettrico e gas e prevede l’erogazione forfetaria di 25 euro a bimestre per ogni utenza. Le famiglie marchigiane in difficoltà sono oltre 4000, ha detto l’assessore ai Servizi Sociali Filippo Saltamartini il quale è stato il promotore della delibera. Famiglie che ora potranno beneficiare di aiuti per pagare le bollette.

Il diritto all’accesso alle fonti energetiche è senza dubbio un diritto civile, un servizio essenziale ormai imprescindibile” ha aggiunto e le istituzioni devono lavorare in tal senso per assicurare inclusione a chi è messo a dura prova dalla crisi economica.

Come funziona

Nei dettagli, la misura prevede un contributo economico per l’ultimo bimestre 2022 per le famiglie che hanno i requisiti per ottenere il bonus sociale di luce e gas. Dunque per il momento, visto che la Legge di Bilancio entrerà in vigore nel 2023, quelle che hanno l’Isee di massimo 12mila euro. 20mila invece nel caso di famiglie numerose, ossia che hanno almeno 4 figli a carico.

Rientrano anche i beneficiari di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza e le famiglie con componenti che soffrono di patologie che rendono necessario l’uso di apparecchiature elettromedicali e dunque di un grande dispendio energetico.