Bonifico: c’è un modo per sapere se stai per riceverlo

“Bonifico inviato”, ma quando arriverà? C’è un modo per verificare che un bonifico sia stato inoltrato per davvero, eccolo.

Verificare bonifico in corso come fare
(Adobe)

Tramite un bonifico bancario possiamo trasferire denaro da un conto all’altro in maniera sicura, anche all’estero. Per tale ragione il bonifico è diventato uno dei metodi più usati per spostare denaro. Quando inviamo o riceviamo un bonifico, però, dobbiamo sempre mettere in conto almeno un paio di giorni affinché la transazione venga eseguita. Quando si ricorre a un bonifico ordinario e non istantaneo, infatti, il trasferimento di denaro non è immediato. E comparirà sul conto del ricevente con qualche giorno di scarto rispetto al giorno dell’esecuzione effettiva della transazione.

In casi del genere, dunque, si rende spesso necessario verificare che il bonifico sia stato eseguito prima di averne contezza sul proprio estratto conto. Sia fisico che digitale tramite mobile banking. Ma esiste un modo per verificare un bonifico in corso? Per rispondere a questa domanda bisogna considerare diversi fattori, ad esempio i bonifici interni o esterni a una stessa banca, oppure quelli periodici o una tantum.

Verificare un bonifico: la scelta migliore è contattare la banca

Il trasferimento interno a una stessa banca avviene di solito immediatamente, mentre quello tra istituti di credito differenti richiederà almeno 24 ore. I bonifici che richiedono più tempo per essere portati a termine sono quelli da e per l’estero. Nel caso di trasferimenti di denaro internazionali. infatti, le banche possono prendersi più tempo per verificare le condizioni del pagamento.

Per sapere se un bonifico fatto è in arrivo alla banca del beneficiario, ad ogni modo, il correntista può contattare la propria banca comunicando il codice CRO o TRN. In tal modo si potrà verificare che la transazione sia davvero in corso, anche prima che l’accredito o l’addebito sia contabilizzato sul conto.

LEGGI ANCHE -> Conto Corrente a costo zero: basta spese inutili

LEGGI ANCHE -> Conto Corrente: ecco la banca più sicura d’Italia

Infine un suggerimento che sembra scontato: molto spesso, quando si invia o si riceve un bonifico, si può decidere di chiedere o inviare uno screenshot che attesti l’avvenuta operazione. L’unica accortezza da tenere presente è questa: gli screenshot possono essere falsificati, mentre chiamare la propria banca chiedendo informazioni ci assicura che i dati ottenuti siano legittimi.