Carta Acquisti 2023: il modulo online per fare richiesta

Carta Acquisti 2023: è possibile avanzare la domanda per beneficiare delle agevolazioni previste. Come bisogna fare

Pixabay – Bonificobancario.it

Carta Acquisiti 2023, dal 1 gennaio sono online i moduli per le richieste. Lo annuncia il Ministero dell’Economa e delle Finanze tramite un comunicato stampa. La domanda può essere avanzata in qualsiasi ufficio postale da parte di chi vive una disagiata situazione economica.

Il modulo si può scaricare anche online sul sito di Poste nella sezione dedicata Carta Acquisti o su quello del Ministero dell’Economica collegandosi a questo link.

Carta Acquisti 2023, i requisiti

Ogni due mesi viene caricata una somma di denaro che può essere usata per fra fronte alle spese di base, alimentare e sanitaria ma anche per il pagamento delle bollette.

LEGGI ANCHE: Scopri a quali studenti spetta il Bonus Mensa

Sono diversi i requisiti in base all’età e al reddito. La Carta viene concessa a chi ha 65 anni o più e al genitore di un bambino di massimo 3 anni, in possesso dei requisiti previsti  dal Decreto-legge 112/2008.

Bisogna essere cittadino italiano o di uno Stato Ue, titolari di diritto di soggiorno o di diritto di soggiorno permanente ma anche rifugiati politici.

Per chi ha più di 65 anni non deve godere di trattamenti o, nell’anno di competenza del beneficio, ricevere trattamenti di importo inferiore a 7.640,18 euro nel 2022. Se invece l’età è compresa tra i 65 e 69 anni, inferiore a 10.186,91 euro

Dai 70 anni in su, invece, bisogna avere u Isee inferiore a 7.640,18 euro per l’anno corrente. Non bisogna essere da soli, o con il coniuge, intestatari di più di un’utenza elettrica domestica e non domestica, due utente di gas, proprietari di di più due auto (sempre da soli o con il coniuge). Non è consentito avere neanche un immobile ad uso abitativo con una quota superiore o uguale al 25%.

LEGGI ANCHE: Bonus ISEE: quali agevolazioni fiscali ottenere per la famiglia

Ogni mese sulla Carta vengono accreditati 80 euro. I negozi che aderiscono all’iniziativa hanno un’apposita etichetta adesiva con scritto Carta Acquisti. L’Inps fa sapere anche che è possibile avere uno sconto del 5% nelle farmacie che aderiscono all’iniziativa ma non si può usare per il pagamento di ticket sanitari e neanche per il prelievo di contanti.