Autoliquidazione Inail 2023: a chi spetta lo sconto

Autoliquidazione Inail 2023: l’ente nazionale con una circolare ha messo nero su bianco quali sono le regole

Adobe – Bonificobancario.it

Autoliquidazione 2022/2023, l’Inal ha fornito delle nuove istruzioni con la circolare n. 11838 del 29 dicembre 2022. Il riferimento particolare è ai pagamenti che i datori di lavoro devono effettuare da febbraio.

Il documento chiarisce anche le scadenze, le modalità di accesso ai versamenti a rate e gli sconti riconosciuti per il 2023.

Autoliquidazione Inail 2023: date e modalità

Il termine è il 16 febbraio 2023 per il versamento del premio di autoliquidazione in unica soluzione o della prima rata. Il termine per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni del 2022 quest’anno è fissato al 28 febbraio 2023. I contributi associativi, invece, devono essere versati in unica soluzione entro il 16 febbraio 2023.

LEGGI ANCHE: Scadenze fiscali dal 15 al 31 gennaio: occhio alle date

I datori di lavoro titolari di PAT (ossia posizioni assicurative territoriali) devono ricorrere ai servizi telematici AL.P.I. online presentare le dichiarazioni delle retribuzioni. Così si calcola anche il premio dovuto. Nel modello F24 il numero di riferimento del premio di autoliquidazione 2022/2023 è 902023.

Per datori di lavoro del settore marittimo titolari di PAN (posizioni assicurative navigazione), devono usare esclusivamente con il servizio online Invio retribuzioni e calcolo del premio.

Per il calcolo a rate del premio di autoliquidazione e pagamento a rate, questa avviene in quattro rate trimestrali ognuna del 25% del premio annuale comunicando direttamente con i servizi telematici previsti per la presentazione delle dichiarazioni delle retribuzioni. In questo caso sulle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi.

Invece per i datori di lavoro che presumono di erogare retribuzioni inferiori nel 2023 rispetto al 2022, sempre entro il 16 febbraio devono informare l’Inail utilizzando il servizio Riduzione Presunto, indicando le minori retribuzioni che prevedono di corrispondere nel 2023. Successivamente l’ente avvierà dei controlli.

Inail.it saranno sono disponibili i servizi:

dal 2 gennaio 2023 per la richiesta certificato assicurazione equipaggio (PAN);
3 gennaio 2023 per la riduzione di Presunto (PAN);
4 gennaio 2023 per la riduzione di Presunto (PAT);
11 gennaio 2023 per l’invio telematico dichiarazione salari e VSAL (PAT);
12 gennaio 2023 per l’invio retribuzioni e calcolo del premio (PAN).

A chi spetta lo sconto del premio assicurativo Inail

44,32% per la piccola pesca costiera e nelle acque interne e lagunari (PAT):
sgravi per pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea e pesca costiera (PAN) e per il Registro Internazionale (PAN), sgravio dei premi nel limite del 70%. Nel secondo sono esonerate e dal versamento dei premi dovuti per legge;

incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT), con la riduzione è pari al 50% dei premi legati all’assunzione dei lavoratori, fino al compimento di un anno di età del figlio della lavoratrice o del lavoratore in congedo o per un anno dall’accoglienza del minore adottato o in affidamento.

LEGGI ANCHE: Flat Tax: ecco alcuni esempi di cosa cambierà

E ancora, riduzioni per le imprese artigiane (PAT) della regolazione 2022 nella misura del 5,68%, per Campione d’Italia (PAT) poste al 50% del premio, per le cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT). Così anche per le cooperative agricole e i loro consorzi del 75% o 68% in proporzione al prodotto conferito dai soci.