Autostrade, stop ai rincari: anche la politica scende in campo per il blocco

Come ci siamo accorti, di recente, non ci sono state buone nuove per gli automobilisti. Ma qualcuno a queste condizioni proprio non ci sta.

autostrade rincari blocco
Autostrada (Pixabay) – Bonificobancario.it

In questi giorni uno degli argomenti che ha inevitabilmente fatto agitare gli italiani sono di sicuro quelli che interessano, per l’appunto, gli automobilisti.

Eh sì, perché, d’altra parte, come abbiamo visto, purtroppo il governo Meloni ha deciso di non proseguire con il taglio delle accise che era stato istituito dall’esecutivo precedente.

Una decisione che, in effetti, potrebbe avere il suo perché, ma che non si può certo dire che abbia fatto piacere a coloro che sono costretti a utilizzare il proprio veicolo in maniera continuativa, magari per recarsi sul posto di lavoro o per effettuare altri impegni.

Insomma, il caro carburante è diventato di nuovo lo spauracchio di chi si trova al volante quotidianamente, con le tariffe della benzina e del gasolio che sono aumentate come qualche mese fa.

E che dire, peraltro, del rincaro dei pedaggi? Beh, anche questa non è sicuramente una buona notizia. Si tratta, infatti, dell’aumento dei costi su quelle tratte gestite da Autostrade per l’Italia.

Tuttavia, proprio nelle ultime ore, c’è chi non ci sta a questi innalzamenti di prezzi e che ha deciso di imporre il proprio punto di vista a beneficio dei cittadini di una certa zona del Bel Paese.

Il punto di vista di Regione Liguria

Ci stiamo riferendo, quindi, a Regione Liguria che, a seguito del consiglio regionale tenutosi il 10 gennaio, ha deciso di chiedere di bloccare l’aumento dei pedaggi autostradali nel corso dei prossimi cinque anni.

A tal proposito, Luca Garibaldi, nonché capogruppo di Partito Democratico ha affermato che tali rincari sono inaccettabili, soprattutto per una Regione che ha persino subito il tragico evento del crollo del Ponte Morandi avvenuto qualche anno fa.

Ma non solo per questo motivo, in realtà è stato anche detto che la Liguria subisce da tempo anche una condizione di carenze infrastrutturali e di mobilità, e, proprio per questa ragione, sono da escludere altri possibili disagi per i cittadini.

LEGGI ANCHE –> Bollo Auto, cosa succede se non lo paghi da anni

LEGGI ANCHE –> C’è un modo davvero legale per pagare meno tasse

Insomma, secondo Garibaldi, quindi, bisognerebbe fare esattamente il contrario, cioè rendere più semplici gli spostamenti e non farli diventare ancora più dispendiosi.