Bonus Scuola, dal Comune arrivano nuovi e attesi aiuti

Si tratta di una buona occasione soprattutto per tutti coloro che possiedono un certo Isee e che si trovano in una precisa località.

bonus scuola comune aiuti
Studenti (Pixabay) – Bonificobancario.it

In un periodo storico come questo dove, per l’appunto, numerose famiglie italiane fanno fatica a sbarcare il lunario, lo abbiamo visto, sia il Governo precedente che quello attuale ha deciso di concedere dei contributi economici.

Naturalmente, però, a beneficiarne sono soprattutto le fasce più deboli che, per l’appunto, non dispongono di un reddito alto.

A tal proposito, quindi, anche con l’inizio del nuovo anno, alcuni sostegni pecuniari hanno continuato a sussistere, anche se, bisogna ricordarlo, purtroppo si sono già verificari alcuni rincari che non ci si aspettava.

Per esempio, se vogliamo, possiamo menzionare il mancato proseguimento del taglio delle accise che l’attuale esecutivo di centrodestra che, per l’appunto, ha portato di conseguenza a un ulteriore caro carburante.

In questa situazione dove, forse, un piccolo calo dell’inflazione si è fatto sentire, però, si continua a dover fare i conti con i costi sempre piuttosto alti che si riscontrano anche all’interno dei supermercati nostrani.

A tal proposito, però, perlomeno, c’è una località toscana ha deciso di venire incontro a tutti coloro che hanno figli a carico che stanno effettuando gli studi scolastici. Ma, a questo punto, vediamo più nel dettaglio di che cosa si tratta.

Il contributo del Comune di Rignano

In particolare, ci stiamo riferendo al Comune di Rignano, composto nemmeno da dieci mila abitanti e che si trova nei pressi di Firenze.

Così, si tratta precisamente del cosiddetto Bonus Scuola che dovrebbe aiutare i nuclei familiari ad acquistare libri di testi, e, in generale, il materiale scolastico.

I beneficiari, nella fattispecie, sono i ragazzi iscritti alla scuola secondaria di primo e secondo grado, residenti giustappunto in Toscana, e con un’età inferiore ai vent’anni.

Anche in questo caso, però, si farà riferimento soltanto a coloro che dispongono di un Isee basso. Insomma, il bonus, di circa 200 euro, non sarà soltanto costituito dalle risorse del suddetto Comune, bensì anche da quelle regionali.

LEGGI ANCHE –> Energia e fotovoltaico, il bonus è clamoroso: ma solo se vivi qui

LEGGI ANCHE –> Bambini disabili, il Bonus del comune: ecco come fare richiesta

Questa decisione, quindi, potrà fare in modo che molte più famiglie avranno la possibilità di ricevere questo contributo.