Reddito di Cittadinanza, come mantenerlo andando all’Estero

Di certo se ne sono già dette tante riguardo al famoso RdC. Vediamo, però, ciò che succede fuori dai confini italici.

Reddito di Cittadinanza estero
Reddito di Cittadinanza (Adobe) – Bonificobancario.it

È davvero indubitabile che, in un contesto complicato come quello che stiamo affrontando, da un po’ di tempo a questa parte, si sia parlato molto di vari sostegni economici erogati dal Governo.

Ma non solo, naturalmente, anche alcune amministrazioni comunali ci hanno messo del loro per venire incontro ai cittadini, e, peraltro, lo stesso hanno fatto anche una manciata di aziende nostrane nei confronti dei propri collaboratori.

Però, è abbastanza evidente che probabilmente a vincere il premio di quello più chiacchierato è giustappunto il Reddito di Cittadina. Si tratta, per l’appunto, di un contributo che è stato istituito prima del sopraggiungere della pandemia, causata da Covid-19.

Eh sì, perché la crisi economica imperversava già a quel tempo ed è proprio per questo motivo che il Governo Conte, nel 2019, aveva programmato questa possibilità.

Ma, come sappiamo, da allora di acqua ne è passata tanta sotto i ponti, e, dopo l’insediamento dell’esecutivo di centrodestra, capitanato da Giorgia Meloni, sono stati effettuati dei cambiamenti sostanziali al famoso RdC.

Insomma, d’altra parte, era trapelato piuttosto bene, durante la scorsa campagna elettorale, che la leader di Fratelli d’Italia non vedesse propriamente di buon occhio questa misura.

Ecco, perché, a seguito di determinate modifiche confermate all’interno della legge di Bilancio 2023, ci potrebbe essere qualcuno che in seguito perderà il diritto di ricevere, per l’appunto, il Reddito di Cittadinanza.

La decisione di Spagna e Germania

Ma, a dire la verità, pare proprio che, al momento, ci siano dei Paesi che, a differenza di quello che sta accadendo nei confini italici, continueranno a mantenere questo contributo economico.

In particolare, secondo quanto viene riportato, pare che a spiccare in tal senso siano Spagna e Germania. E giustappunto quest’ultimo, non solo non ha intenzione di abolirlo, ma vuole persino aumentarlo.

A farci capire questa tendenza, in effetti, sono proprio le parole di Hubertus Heil, nonché ministro del Lavoro tedesco.

LEGGI ANCHE –> Addio ai 3 mila euro di bonus per i lavoratori

LEGGI ANCHE –> Bonus e Agevolazioni: sempre attenti alla soglia ISEE

Il suddetto, infatti, considera il Reddito di Cittadinanza un modo per assolutamente aiutare i più bisognosi, all’insegna della solidarietà sociale.