Bancomat allarme truffa, fai attenzione a questo messaggio. E’ importante

Allo sportello del bancomat devi prestare molta attenzione ad un messaggio, ne va del tuo conto in banca. E’ una truffa. 

bancomat
Foto di Pixabay 

Sempre più spesso e con l’evolversi della tecnologia assistiamo a truffe agli sportelli del bancomat, nell’ultimo periodo sta circolando un messaggio che potrebbe svuotarti il conto in banca. Devi prestare la massima attenzione.

LEGGI ANCHE —> Una moneta dal valore di 50mila euro

Nella morsa del raggiro ci sono tutti i clienti di ogni tipo di banca, nessuno escluso. I conti bancari si svuotano in pochi secondi e non vi è possibilità di rimediare al danno. La truffa è un vero e proprio attacco informatico, con l’unico obiettivo di acquisire soldi altrui. La truffa purtroppo è molto semplice in quanto il cliente crede che è la sua banca ad aver generato il messaggio incriminato. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il messaggio che devi assolutamente evitare per salvare il tuo conto

Portafogli vuoto
Portafogli vuoto – Foto da Pixabay

La truffa avviene tramite email, social, messaggio o chiamata telefonica. Devi prestare la massima attenzione a quello che ti viene chiesto e per nessuna ragione al mondo fornire i tuoi dati.

La comunicazione in oggetto avrà l’intestazione della tua banca, ti verranno chieste delle informazioni molto riservate, come Pin e codici delle tue carte, coordinate bancarie, numero di conto, credenziali del Digital Banking, password temporanee (OTP) e tutto quello che potrebbe servire per mettere le mani suoi tuoi risparmi.

LEGGI ANCHE —> Bancomat clonati, a cosa devi prestare attenzione? 

Ovviamente gli istituti bancari stanno lanciando l’allarme per evitare che i clienti possano essere raggirati. La cosa più giusta sarebbe denunciare alla propria filiale e se è il caso alla polizia postale.

Molta gente è rimasta vittima di truffe uguali o simili, purtroppo una volta innescato il meccanismo del raggiro non sarà più possibile recuperare i soldi persi che molto spesso vengono trasferiti su conti esteri in veri e propri paradisi fiscali.

Per quanto la polizia postale si sforzi ad evitare truffe simili, gli hacker sono sempre pronti a sferrare nuovi attacchi tecnologici e a ribaltare la situazione in ogni momento.

Quindi, presta attenzione a quello che leggi e soprattutto a quello che fai. In bocca al lupo