Cashback, WhatsApp pensa al suo inserimento: l’indiscrezione

WhatsApp starebbe perfezionando la funzionalità cashback su WhatsApp Pay: come potrebbe funzionare e in cosa consisterebbe.

WhatsApp
(Alfredo Rivera – Pixabay)

Il cashback è una modalità per cui chi acquista si vede riconosciuta a rimborso una somma pari ad una determinata percentuale su quanto speso. In Italia è divenuto famoso nell’ultimo periodo dopo che il Governo, per incentivare le transazioni tracciabili, ha rimborsato i consumatori con il 10% per le spese sostenute fino ad un massimo di 150€.

Eppure questo meccanismo, è già rodato da tempo. Tanto che anche Whatsapp, la nota app di messaggistica istantanea avrebbe deciso di introdurlo all’interno della sua Whatsapp Pay.

Cashback, WhatsApp pensa al suo inserimento: come e quando

Smartphone
(Pexels – Pixabay)

Al momento si tratta di un esperimento riferisce WABetaInfo, stando a quanto riporta il sito Money.it. Ma pare che WhatsApp sia seriamente intenzionata a fare del cashback un suo punto di forza all’interno di WhatsApp Pay – oggi attiva solo in India-. Come altre piattaforme, anche quella della Facebook Inc, avrebbe quindi intenzione di sfruttare le capacità di questo meccanismo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spesa low cost? Risparmia fino a 2.000 euro all’anno. Scopri come fare

La redazione di WABetaInfo avrebbe scorto l’aggiornamento all’interno di una versione beta per Android (v 2.21.20.3). Secondo l’indiscrezione, dovrebbe funzionare una tantum con percentuali molto più basse rispetto ad altre piattaforme.

All’interno della chat, dando un occhio alle stringhe di programmazione, dovrebbe apparire un tasto con la scritta “Ricevi una cashback al prossimo acquisto“. Sempre secondo le prime ipotesi, il rimborso dovrebbe avvenire poi in 48h. Ad ora non si sa se questo cashback sarà riservato solo a chi acquista per la prima volta con WhatsappPay o se è un meccanismo costante.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Agevolazioni prima casa: ultimo aggiornamento dell’Agenzia delle Entrate

Come specificato, attualmente l’app Pay della piattaforma di messaggistica è disponibile solo in India, pertanto l’arrivo in Europa prima ancora che in Italia è difficile da stimare in termini di tempo. In Brasile, aveva preso piede, ma la Banca carioca ne aveva immediatamente sospeso l’utilizzo perché potenzialmente nocivo per il sistema finanziario.

Non è possibile, quindi, ancora stabilire se e quando WhatsApp Pay e le sue funzioni – tra cui con ogni probabilità a breve anche il cashback- arriveranno in Italia. Se dovesse ingranare anche sul fronte transazioni, come fatto per la messaggistica, potrebbe sbaragliare la concorrenza di Google.