Niente più contanti! La clamorosa decisione a discapito degli italiani

Si va verso una rivoluzione economica che vede come protagonista la trasformazione digitale. I bancomat sempre più obsoleti e il cittadino sempre più legato alle carte, ma forse c’è ancora una possibilità.

Pagamento telematico
Pagamento telematico (foto da Pixabay)

Quello a cui stiamo andando incontro è una vera e propria rivoluzione ai bancomat. Togliere i punti di prelievo contanti significa privare il cittadino italiano della reale possibilità di disporre fisicamente del proprio denaro. Una concezione che per i più moderni prima o poi sarà necessariamente lasciata al passato ma che per il momento risulta ancora essere necessaria.

L’obiettivo delle grandi realtà finanziare è quello di indurre la popolazione mondiale all’esclusivo utilizzo della moneta digitale. Una manovra questa che va a giovamento soltanto delle attività capitaliste. Infatti la mancata concezione di una moneta fisica ne nasconde il suo reale valore. In altre parole non avendo i soldi in mano non ci preoccupiamo di quanto si spende.

Questo è il progetto nascosto che si cela dietro a iniziative come il bonus bancomat, che prevede un esile rimborso del 10% per chi raggiunge mensilmente una soglia minima di spese effettuate con carta, o l’eliminazione fisica dei bancomat stessi. Difronte a queste manovre cosa può fare il cittadino?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->Cashback, alla fine è servito? I risultati sono sorprendenti

Le possibilità del cittadino

Denaro contante
Denaro contante (foto da Pixabay)

Le motivazioni che hanno portato alcune banche ad adottare questo rimedio sono legate alla pandemia. Sembrerebbe infatti che a causa dell’effetto della pandemia Covid-19 alcune banche abbiano subito la riduzione dei profitti generali. Secondo il loro piano di salvaguardia dell’azienda una soluzione per fronteggiare tali perdite sarebbe l’eliminazione dei punti di prelievo.

La prima banca ad adottare tale metodo è stata la ING che già da luglio 2021 aveva chiuso diverse filiali e tolto gli sportelli ATM. I suoi passi sono stati seguiti anche dalla Deutsche Bank che toglierà altri sportelli delle sue filiali e chiuderà i prelievi automatici. Come posso comportarsi i correntisti difronte a queste privazioni?

Ovviamente, oltre alla possibilità di cambiare banca, c’è sempre quella di prelevare da sportelli ATM di altre banche. Questo sappiamo bene che prevede, tranne in rari casi, una commissione che in parte è sostenuta dalla banca a cui si è affiliati e in parte al proprio conto corrente.

LEGGI ANCHE ->Buoni fruttiferi postali, tesoretto o fallimento?

Ma anche questo è un punto che rimane aperto, in quanto si sta valutando la possibilità di lasciare la totalità di questa spesa all’individuo che preleva. Nonostante ciò ci sono altre banche che attualmente non hanno subito perdite dalla pandemia e che permettono ancora il prelievo automatico.